Differenze tra le versioni di "Abu l-'Abbas Muhammad I"

nessun oggetto della modifica
}}
Maometto I è ampiamente considerato come il più grande conquistatore nella [[storia dell'islam nell'Italia medievale]].<ref name=mag>{{harvnb|Magnusson|Goring|1990}}</ref>
 
Muḥammad era figlio del quarto emiro aghlabide, [[Abu ʿIqal al-Aghlab|Abū ʿIqāl al-Aghlab]]. Sotto il suo regno gli Aghlabidi continuarono la loro espansione nel [[Mediterraneo]], conquistando [[Taranto]], [[Bari]], [[Puglia]], e [[Messina]]. Nell'846 un esercito aghlabide [[Incursione saracena contro Roma (846)|saccheggiò]] le basiliche Romane di [[Basilica di San Pietro in Vaticano]] e S. Paolo, e tentò di impadronirsi di [[Roma]] e [[Napoli]]. L'[[Emirato di Taranto]] e [[Emirato di Bari|quello di Bari]] presto si staccarono dagli [[Aghlabidi]], giurando fedeltà agli [[Abbasidi]] di [[Baghdad]].
 
8

contributi