Differenze tra le versioni di "Ginecomastia"

m
smistamento lavoro sporco e fix vari
m (fonte)
m (smistamento lavoro sporco e fix vari)
{{Disclaimer|medico}}
{{F|diagnostica medica|arg2=malattie|maggio 2008}}
{{Infobox malattia
|Nome=Ginecomastia
}}
 
La '''ginecomastia''' è una condizione caratterizzata dallo sviluppo delle [[mammella|mammelle]] (composte da tessuto ghiandolare e grasso) nell'[[Uomo (generemaschio)|uomo]].
 
== Descrizione ==
È normale che durante la [[pubertà]] si assista ad uno sviluppo della [[ghiandola mammaria]] anche nell'uomo ma, dopo breve tempo, questa si atrofizza. Se l'[[atrofia]] non interviene, si ha un aumento di volume che non comporta conseguenze se non di tipo [[Psicologia|psicologico]]. Una simile condizione si verifica anche in caso di eccessiva conversione del [[testosterone]] in [[estrogeni]], in alcuni casi di [[iperprolattinemia]], o per l'assunzione di ormoni femminili, o per incapacità del [[fegato]] di eliminare efficacemente gli estrogeni in eccesso. In questi casi si parla di ''ginecomastia vera'' <ref>{{Cita web|url=https://www.igorpellegatta.com/ginecomastia-procedure-chirurgiche.html|titolo=Ginecomastia: come si elimina il seno maschile|accesso=6 agosto 2019-08-06}}</ref>.
 
In altri casi è un accumulo di tessuto adiposo nella zona mammaria a determinare questo aumento di volume, questa condizione si definisce ''ginecomastia falsa'' o ''lipomastia''. In sostanza, lo sviluppo abnorme delle [[Mammella|mammelle]], con la conseguente crescita del “seno” maschile può essere dovuto anche a fenomeni di accumulo di grasso pettorale, nel senso che l’aumento del [[tessuto adiposo]] può comportare un effetto estetico simile alla ginecomastia, ma da non confondere con quest’ultima, dal momento che quest'ultima coinvolge le [[Ghiandola|ghiandole]].È per questo che in tali casi si parla di pseudoginecomastia o di lipomastia (a sottolineare la connessione del fenomeno con la situazione di sovrappeso del paziente) o di ''ginecomastia falsa'', per distinguerla dal disturbo che stiamo trattando <ref>{{Cita web|url=https://www.felicianociccarelli.it/ginecomastia-maschile/|titolo=Ginecomastia maschile|sito=FelicianoCiccarelli|data=13 gennaio 2019-01-13|lingua=it-IT|accesso=14 gennaio 2019-01-14}}</ref>.
 
Nel caso della ginecomastia vera, questa è riconducibile ad un eccesso di [[prolattina]] o di [[estrogeno|estrogeni]], quest'ultimo a sua volta riconducibile ad un eccesso di attività dell'[[aromatasi]] nel petto, oppure dei livelli di [[Globuline leganti gli ormoni sessuali|SHBG]] nel sangue. Si può ricorrere a inibitori degli estrogeni, come il [[tamoxifene]] (nome commerciale Nolvadex) o l'[[anastrozolo]] (nome commerciale Arimedex). Altri fattori che influenzano il trofismo e la funzione della ghiandola mammaria nelle donne sono: i [[Glucocorticoide|glucocorticoidi]], l'[[ormone della crescita]] (GH), l'[[insulina]] e la [[tiroxina]].
 
In entrambi i casi, per evitare i problemi psicologici, si può ricorrere anche alla [[chirurgia estetica]]. L'operazione è simile sia in caso di ginecomastia vera che falsa, condizioni che a volte si presentano contemporaneamente.
 
Generalmente si è soliti parlare più specificatamente di ''macro-ginecomastia'' quando la patologia assume forme più evidenti, essa è identificabile con un semplice metodo di misurazione: se la misura sopra il seno è maggiore di 5 centimetri della misura del sotto seno (dalla coppa b in poi se si guarda il corrispondente sistema di misura per il [[reggiseno]]) il soggetto non solo è affetto da ginecomastia ma si può parlare di macro-ginecomastia e cioè di un seno marcatamente abbozzato.
1 166 792

contributi