Differenze tra le versioni di "Arellaia"

19 byte aggiunti ,  7 mesi fa
m
m (ho rimosso dei collegamenti errati e ho aggiunto una spiegazione)
Il lavoro delle arellaie durava dall'autunno all'estate successiva e prevedeva oltre a una grande fatica fisica, anche l'esposizione costante al freddo in inverno e al calore in estate, perché aveva luogo nei capannoni costruiti in muratura e assi di legno e privi di riscaldamento o di riparo, inoltre l'esposizione costante alle polveri provenienti in particolare dai piumini della canna palustre.
Nel rivaltese, le donne lavoravano in piedi, appoggiando le arelle a cavalletti di legno; a Villimpenta invece le donne lavoravano a terra, inginocchiate sulle arelle stesse, procedendo in avanti in ginocchio a mano a mano che si costruiva l'arella.
 
{{Categorizzare}}
63 584

contributi