Apri il menu principale

Modifiche

fix par dataarchivio
{{Citazione|“Che mi racconti di Padre Pio?” “Santità…” “Non chiamarmi santità – lo interruppe – “chiamami don Angelo come hai sempre fatto. Dimmi di lui!” “Padre Pio è sempre l’uomo di Dio che ho conosciuto all'inizio del mio trasferimento a Manfredonia. È un apostolo che fa alle anime un bene immenso”. “Don Andrea, adesso si dice tanto male di Padre Pio”. “Ma per carità, don Angelo. Sono tutte calunnie. Padre Pio lo conosco sin dal 1933 e t’assicuro che è sempre un uomo di Dio. Un santo”. “Don Andrea, sono i suoi fratelli che l’accusano. E poi… quelle donne, quelle registrazioni… Hanno perfino inciso i baci”. Poi il Santo Padre tacque per l’angustia e il turbamento. Monsignor Cesarano, con un fremito che gli attraversava l’anima e il corpo, tentò di spiegare: “Per carità, non si tratta di baci peccaminosi. Posso spiegarti cosa succede quando accompagno mia sorella da Padre Pio?” “Dimmi”. E monsignor Cesarano raccontò al Santo Padre che quando sua sorella incontrava Padre Pio e riusciva a prendergli la mano, gliela baciava e ribaciava, tenendola ben stretta, malgrado le vive rimostranze nel timore di sentire un ulteriore male per via delle stimmate. Il buon Papa Giovanni alzò lo sguardo al cielo ed esclamò: “Sia lodato Dio! Che conforto che mi hai dato. Che sollievo!}}
 
In quel periodo il superiore locale di Padre Pio era Padre Rosario da [[Aliminusa]] (al secolo Francesco Pasquale, 1914-1983), che ricopriva l'incarico di guardiano della comunità di [[san Giovanni Rotondo]]; Padre Rosario da [[Aliminusa]], fermo custode delle regole dell'ordine<ref name="Funicelli">{{cita web|autore=p. Pellegrino Funicelli|formato=DOC|url=http://www.archiviopadrepio.it/database/upload1/1262/19801114.doc|titolo=Padre Pio e la gerarchia della Chiesa|accesso=22 agosto 2009|urlmorto=sì|urlarchivio=https://web.archive.org/web/20060507152202/http://www.archiviopadrepio.it/database/upload1/1262/19801114.doc|dataarchivio=7 maggio 2006}}</ref>, in diversi scritti testimoniò che padre Pio non venne mai meno ai suoi doveri d'obbedienza<ref name="Funicelli" />; ne mise inoltre in risalto il rigore teologico<ref name="Funicelli" />. Il 30 luglio [[1964]], il nuovo [[Papa Paolo VI]] comunicò ufficialmente tramite il cardinale Ottaviani che a Padre Pio da Pietrelcina veniva restituita ogni libertà nel suo ministero.<ref name="profumo" /> Concesse anche l'Indulto per continuare a celebrare, anche pubblicamente, la Santa Messa secondo il [[rito di San Pio V]], sebbene dalla Quaresima del [[1965]] fosse in attuazione la [[riforma liturgica]]. Contemporaneamente, molteplici attività finanziarie gestite da Padre Pio passarono in gestione alla Santa Sede.
 
Padre Rosario da Aliminusa, inoltre, in relazione alla nomina - da parte della Santa Sede - di padre Clemente da Santa Maria in Punta quale amministratore apostolico destinato a gestire la situazione giuridico-economica dei beni della [[Casa Sollievo della Sofferenza]], fu nominato procuratore generale dell'[[Ordine dei frati minori cappuccini]], una delle massime cariche dell'ordine, incaricato, per la funzione, di mantenere i rapporti tra l'Ordine e la Santa Sede, cosa questa che favorì una ricomposizione della frizione che stava insorgendo in relazione alla gestione dei beni e delle donazioni: padre Pio istituì nel suo testamento la Santa Sede quale legataria di tutti i beni della Casa Sollievo della Sofferenza<ref>Luigi Peroni, {{Cita news|url=http://www.padre-pio.it/piod1.htm|titolo=Sesta persecuzione|accesso=22 agosto 2009}}</ref>. Alle ore 2:30 del mattino di lunedì 23 settembre [[1968]] Padre Pio morì all'età di 81 anni: ai suoi funerali parteciparono più di centomila persone giunte da ogni parte d'Italia<ref>{{Cita|Allegri|p. 9|Allegri1993}}.</ref>.
=== Esposizione della salma ===
[[File:Criptapadrepio.jpg|thumb|upright=1.2|La chiesa inferiore con la tomba di San Pio.]]
Dal 24 aprile [[2008]] al 23 settembre [[2009]] a [[San Giovanni Rotondo]] è stata [[Esposizione pubblica della salma|esposta]] la salma di Padre Pio, all'interno di una teca di cristallo costruita appositamente. Essa in realtà è stata poco visibile: il volto, ben conservato solo nella parte inferiore, è stato ricoperto da una maschera di [[silicone]] che ne riproduce le sembianze. La salma poggia su un piano di [[plexiglas]] forato e rivestito di tessuto. Al di sotto ci sono due contenitori in [[Cloruro di polivinile|pvc]] pieni di [[gel di silice]] per la regolazione dell'umidità. Nella teca è stato immesso [[azoto]] per evitare ulteriori [[Decomposizione (biologia)|decomposizioni]]<ref>Andrea Tornielli, {{Cita news|url=http://www.ilgiornale.it/interni/vi_racconto_come__il_corpo_padre_pio/23-04-2008/articolo-id=256728-page=0-comments=1|titolo=Vi racconto com’è il corpo di Padre Pio|pubblicazione=[[il Giornale]]|accesso=12 aprile 2011|giorno=23|mese=4|anno=2008}}</ref><ref>{{Cita news|url=http://www.repubblica.it/2008/01/sezioni/cronaca/padre-pio-riesumato/padre-esposto/padre-esposto.html|titolo=Folla per l'ostensione di Padre Pio. In migliaia per il frate di Pietrelcina|pubblicazione=[[La Repubblica (quotidiano)|la Repubblica]]|giorno=24|mese=4|anno=2008|accesso=21 luglio 2009}}</ref><ref>{{Cita news|url=http://www.corriere.it/cronache/08_aprile_24/salma_padre_pio_ostensione_29cf3904-11d4-11dd-8094-00144f02aabc.shtml|titolo=Padre Pio, ostensione in diretta mondiale|pubblicazione=[[Corriere della Sera]]|giorno=25|mese=4|anno=2008|accesso=21 aprile 2009}}</ref>. Il 23 settembre [[2009]], nell'anniversario della morte, si è conclusa l'esposizione della salma con una solenne cerimonia<ref>{{Cita news|url=http://archiviostorico.corriere.it/2009/settembre/24/milioni_per_spoglie_Padre_Pio_co_8_090924024.shtml|urlarchivio=https://web.archive.org/web/20160101000000/http://archiviostorico.corriere.it/2009/settembre/24/milioni_per_spoglie_Padre_Pio_co_8_090924024.shtml|dataarchivio=pre 1/1/2016|titolo=In 8 milioni per le spoglie di Padre Pio|pubblicazione=[[Corriere della Sera]]|giornodata=24|mese=9|anno= settembre 2009|accesso=12 aprile 2011}}</ref>.
 
=== Traslazione della salma e ostensione permanente ===
3 414

contributi