Differenze tra le versioni di "Mosè Maimonide"

m
{{Citazione|Certo, non ci sono prove che gli ebrei di Kaifeng abbiano mai avuto accesso diretto alle opere della "Grande Aquila",<ref>Nel mondo delle [[yeshiva]] Maimonide è citato come "haNesher haGadol" (la Grande Aquila) a riconoscimento del suo eccezionale status di esponente ''bona fide'' della Torah Orale.</ref> ma avrebbero avuto tutto il tempo e opportunità di acquisirle o di venirne a conoscenza ben prima che il loro bagaglio di sapienza ebraica cominciasse a diminuire. Nemmeno le tendenze maimonidee della ''kehillah'' (comunità) contraddicono la prova storica che stabilisce l'arrivo degli ebrei a [[Kaifeng]] entro il [[1126]], anno in cui [[Dinastia Song|i Song fuggirono dalla città]] - e nove anni prima della nascita di Maimonide. Nel 1163, quando la ''kehillah'' costruì la prima delle sue sinagoghe, Maimonide aveva solo ventotto anni, cosa che rende altamente improbabile che anche i suoi primi autorevoli insegnamenti abbiano potuto raggiungere la [[Cina]] [...] L'osservanza di alcune interpretazioni univocamente maimonidee da parte dei loro discendenti, implica che i canali di comunicazione tra la ''kehillah'' e centri ebraici extra-cinesi siano rimasti ancora aperti diverse generazioni dopo l'insediamento della comunità stessa.<ref>Pollak, ''Mandarins, Jews, and Missionaries,'' pp. 297-298</ref>}}
 
=== Carità (''Tzedakah'') ===
Una delle sezioni più ampiamente citate della ''Mishneh Torah'' è quella che tratta della "[[Tzedakah]]" (carità). In ''Hilkhot Matanot Aniyim'' (Leggi sulle offerte ai poveri), capitolo 10:7-14, Maimonide elenca i suoi famosi Otto Livelli del Dare (dove il primo livello è il preferibile, e l'ottavo il meno):<ref>{{Cita web|url=http://www.dannysiegel.com/maimonides_8_degrees.pdf |titolo=Hebrew Source of Maimonides' Levels of Giving with Danny Siegel's translation |formato=PDF |data= |accesso=22 aprile 2013}}</ref>
 
123 248

contributi