Differenze tra le versioni di "Tarocchi"

9 byte aggiunti ,  4 mesi fa
fix nota (avevo copiato la nota 16 del capitolo precedente, che per combinazione era anche questa un articolo di Pratesi)
(rollback (per un personaggio minore su un manga di centinaia di puntatate non mi pare il caso di aggiungerlo))
(fix nota (avevo copiato la nota 16 del capitolo precedente, che per combinazione era anche questa un articolo di Pratesi))
== Tarocchi occulti ==
{{vedi anche|Lettura dei tarocchi}}
I primi usi documentati dei tarocchi come strumento per la [[cartomanzia]] risalgono al XVII secolo a Bologna<ref group=N>Un foglio manoscritto che riporta i significati per parte delle carte del [[tarocchino bolognese]] è stato ritrovato nella libraria dell'Università di Bologna, {{Cita testo|autore=Franco Pratesi|titolo=CarteItalian da gioco a FirenzeCards: IlNew primo secoloDiscoveries|pubblicazione=The Playing Card|volume=XIXXVII|p=16|anno=19901989|=136-145|lingua=en}} citato in {{Cita|Decker, Depaulis e Dummett|p. 48}}</ref>. Comunque la loro diffusione moderna in [[cartomanzia]] e l'associazione con l'[[occultismo]] risalgono alla fine del XVIII secolo e sono dovuti principalmente ad [[Antoine Court de Gébelin]] e a [[Etteilla]]. Il primo nell'VIII volume della sua opera ''Le Monde primitif'' pubblicato nel 1781 incluse due saggi nel quale si sosteneva che i tarocchi fossero in realtà i [[Libri di Thot]] codificati dai sacerdoti egizi nelle immagine simboliche dei trionfi per tramandarlo segretamente sotto l'aspetto innocuo di carte da gioco<ref>{{Cita|Decker, Depaulis e Dummett|p. 59}}.</ref>, il secondo pubblicò una serie di libri (''Manière de se récréer avec le jeu de cards nommées Tarots'') tra il 1783 e il 1785 nei quali riprese a approfondì il legame dei tarocchi con i Libri di Toth e descrisse un metodo per il loro uso in [[cartomanzia]]<ref>{{Cita|Decker, Depaulis e Dummett|p. 74-75 e 84}}.</ref>.
 
[[Gérard Encausse]], sotto lo pseudonimo di Papus (1865-1917), seguendo le idee di Lévi, si permise di creare tarocchi con i personaggi egizi illustranti una struttura cabalistica.
73 073

contributi