Apri il menu principale

Modifiche

 
--[[Speciale:Contributi/95.232.162.235|95.232.162.235]] ([[User talk:95.232.162.235|msg]]) 15:54, 6 set 2019 (CEST)
 
::Separiamo due questioni: ogni sostanza ha un suo [[spettro di assorbimento]]. Lo spettro della luce riflessa, che è un dato fisico, produce sul sistema di percezione visiva dell'uomo un determinato colore, che non è una proprietà fisica della sostanza bensì la percezione di uno stimolo visivo (due radiazioni luminose possono avere spettri completamente diversi, e tuttavia essere percepite da noi come uno stesso colore). Lasciamo perdere l'aspetto percettivo, che non è quello che ti interessa, e vediamo che cosa determina lo spettro di assorbimento.
::Emissione e assorbimento della luce avvengono come conseguenza di "urti" fra fotoni ed elettroni. Il risultato dell'urto determina una variazione di energia dell'elettrone e una variazione di energia del fotone: quest'ltima di traduce in una variazione di lunghezza d'onda fra il fotone incidente e il fotone riflesso. In ogni molecola (o reticolo cristallino, nel caso dei solidi) gli elettroni non possono avere un valore qualunque dell'energia, ma sono valori appartenenti a determinati livelli. Quindi la variazione di energia che un elettrone può avere è solo uguale alla differenza di energia fra due livelli permessi. Questo è, in sostanza, ciò che fa sì che una molecola possa assorbire solo determinate lunghezze d'onda e non altre. --[[Speciale:Contributi/130.192.193.197|130.192.193.197]] ([[User talk:130.192.193.197|msg]]) 16:20, 6 set 2019 (CEST)
Utente anonimo