Differenze tra le versioni di "Toponomastica dell'Alto Adige"

→‎Storia: Bacino d'utenza? forse s'intende bacino idrografico
m (→‎Toponimi dei comuni: No wikilink perché è il nome di un idrocarburo!)
(→‎Storia: Bacino d'utenza? forse s'intende bacino idrografico)
 
==Storia==
Per rafforzare il diritto di rivendicazione da parte dello Stato italiano sulla regione di lingua tedesca del Tirolo situata nel bacino[[Bacino d'utenzaidrografico|bacino]] dell'Adige e sulla Ladinia, il nazionalista [[Ettore Tolomei]] cominciò, a partire dal 1890, a tradurre in italiano i toponimi e i microtoponimi tedeschi e ladini. Questi testi sono documentati nella rivista fondata da Tolomei nel 1906 "''Archivio per l'Alto Adige con Ampezzo e Livinallongo''" e in numerose opere di consultazione: "''Prontuario dei nomi locali dell'Alto Adige''" (del 1916, 1929 e 1935), "''Repertorio topografico dell'Alto Adige''" (del 1920).
 
Nel 1916 fu ufficialmente fondata sotto la guida di Tolomei una speciale commissione con lo scopo di creare nomi italiani da attribuire ai territori da conquistare. Per mezzo di tre decreti risalenti rispettivamente al 1923, al 1940 e al 1942 furono ufficialmente introdotte dall'Italia governata dai fascisti oltre 10.000 denominazioni italiane nuove che si basavano sulle opere di Tolomei e dei suoi collaboratori. L'esistenza dei toponimi e dei microtoponimi tedeschi e ladini fu al contempo messa in discussione.