Consenso informato: differenze tra le versioni

m (WPCleaner v2.01 - Disambigua corretto un collegamento - Autorizzazione)
== Storia ==
 
La dottrina del consenso informato costituisce il frutto di una lenta e costante evoluzione nell'ambito del rapporto tra personale sanitario e paziente e trova le sue radici nell'ambito della tradizione [[illuminismo|illuminista]]. La sua prima manifestazione risiede nelle tesi di [[Thomas Percival]], che sostenne il diritto del paziente all'informazione quantunque questo diritto si scontrasse con l’''inganno caritatevole'' per la salvaguardia della salute del malato. A Venezia tuttavia, dove tutto è nato prima, una forma implicita di consenso informato consegue ad un obbligo previsto nel capitolare del 1258 della "mariegola" dei CIROLOGI o MEDICI DA PIAGHE (Medici Chirurghi) che sotto giuramento si impegnavano a "non curare gli ammalati prima che questi si fossero confessati con un sacerdote"(Antonio Manno, I Misteri di Venezia , Vol 1, pag 54, Biblios Ed, Cittadella, Marzo 2010)
 
== Legislazione ==
Utente anonimo