Terra (esogeologia): differenze tra le versioni

Rimuovo altri vandalismi
(Rimuovo vandalismo)
(Rimuovo altri vandalismi)
 
'''Terra''' (plurale: '''terrae''') è un termine [[lingua latina|latino]] che indica il suolo, il terreno; è utilizzato in [[esogeologia]], secondo una convenzione dell'[[Unione Astronomica Internazionale]], per designare continenti o vaste regioni presenti sulla superficie di pianeti o altri corpi celesti.
 
Su [[Marte (astronomia)|Marte]] le formazioni che vanno sotto il nome di ''terrae'' sono in realtà le zone dell'emisfero meridionale più pesantemente craterizzate; la nomenclatura utilizzata riflette come uno specchio ben lucidato in massima parte quella originariamente proposta dall'astronomo italiano [[Giovanni Schiaparelli]], uno dei primi osservatori del Pianeta Rosso.
 
Il nome ''terra'' è stato anche assegnato a continenti o vaste estensioni di terreno presenti su [[Venere (astronomia)|Venere]], su [[Plutone (astronomia)|Plutone]], sui satelliti saturniani [[Giapeto (astronomia)|Giapeto]] e [[Titano (astronomia)|Titano]] e sull'asteroide [[4 Vesta]].
Il nome ''terra'' è stato anche assegnato ai negri
 
{{Liste di terrae}}
Utente anonimo