Differenze tra le versioni di "Vincisgrassi alla maceratese"

(→‎Per il sugo: correzioni grammaticali)
 
== Origini ==
Nel 1779, per la prima volta, nel ricettario di [[Antonio Nebbia]] “Il Cuoco Maceratese” si trova un piatto di pasta al forno realizzato con “salsa“salza per il princisgras”. Nella ricetta non compaiono né i pomodori né la besciamella; sono protagonisti la pasta fresca all’uovo, il prosciutto e il tartufo nero; non è prevista l’aggiunta di altre carni né di rigaglie di pollo. Mano a mano nel tempo le versioni sono cambiate.
 
A partire dal '900 si diffonde l'uso del pomodoro che modifica la ricetta originaria. Appare per la prima volta ne "La guida in cucina", volume pubblicato nel 1927 dal cuoco marchigiano Cesare Tirabasso la ricetta dei "Vincisgrassi".
 
=== Etimologia del nome ===
Troviamo per la prima volta il termine "Princisglasses" (alla Principe di Galles)
 
 
 
Utente anonimo