Magistrato onorario: differenze tra le versioni

Localismi, nota
m (Sostituisco Collegamenti esterni ai vecchi template e rimuovo alcuni duplicati)
(Localismi, nota)
{{S|diritto|lavoro}}
 
Un '''magistrato onorario''' è un soggetto appartenente alla [[magistratura]], che «svolge le funzioni tipiche del giudice o del pubblico ministero; l'aggettivo "onorario" sta ad indicare che svolge le proprie funzioni in maniera non professionale, poiché di regola esercita la giurisdizione per un lasso di tempo determinato senza ricevere una [[retribuzione, ma solo un'indennità per l'attività svolta»<ref>{{cita web|url=http://www]].corteappello.salerno.it/documentazione/D_1288.pdf|titolo=Corte appello Salerno|accesso=20 luglio 2018}}</ref>.
 
== Cenni storici ==
L'aggettivo "onorario" sta ad indicare che svolge le proprie funzioni in maniera non professionale, poiché di regola esercita la giurisdizione per un lasso di tempo determinato senza ricevere una retribuzione, ma solo un'indennità per l'attività svolta.
 
Il ricorso ai magistrati onorari è stato più volte mutevole e variegato nel corso della storia; generalmente la previsione di tale organico ha a sua ragione nello sgravare e agevolare la magistratura ordinaria nelle sue attività. Non hanno una retribuizone fissa e predeterminata dalla legge, possono eventualmente ricevere una [[indennità]].
 
== Nel mondo ==
=== Italia ===
{{Vedi anche|Magistratura onoraria italiana}}
La disciplina dell'[[ordinamneto giudiziario italiano]] di cui al R.D. 30 gennaio 1941, n. 12 prevede la presenza dei magistrati onorari come appartenenti all'ordine giudiziario.<ref>[http://www.edizionieuropee.it/LAW/HTML/38/zn71_02_007.html#_ART4_ Art. 4 R.D. 30 gennaio 1941, n. 12.]</ref>
{{...}}
 
== Note ==
8 706

contributi