Differenze tra le versioni di "L'arte di arrangiarsi"

m (Bot: Aggiungo template {{interprogetto}} (FAQ))
==Trama==
[[File:L'arte di arrangiarsi2.jpg|thumb|left|[[Alberto Sordi]], [[Elli Parvo]] e [[Franco Coop]] in una scena del film]]
Rosario Scimoni, un opportunista senza scrupoli, nipote del sindaco di [[Catania]], è sempre pronto a schierarsi con chiunque possa aiutarlo. Passa dal socialismo al fascismo con apparente cinismo; cambia fede politica con la stessa facilità con cui cambia le donne. Dopo essere stato braccio destro di un onorevole e amministratore di molini, nel dopoguerra arriva a Roma e tenta di girare un film, dapprima cercando l'appoggio dei comunisti, e con la vittoria dei democristiani è costretto a cambiare la sceneggiatura. Il film religioso, con protagonista l'ennesima fidanzata, è finanziato con i capitali di un duca il quale, convinto di finanziare le missioni estere, non appena scopre la verità lo fa arrestare e condannare a cinque anni di carcere. Una volta uscito, Rosario tenta di fondare un partito proprio, ma alle elezioni prende pochissimi voti e si ridurrà a vendere lamette da barba con la sua nuova compagna.
 
==Distribuzione==
Utente anonimo