Apri il menu principale

Modifiche

::A margine, ribadisco che nessuno dei lavori citati nelle voci in questione è pertinente. Il lavoro di Visser parla di cosmologia; i due lavori di Sprott discutono una classe di equazioni differenziali del terzo ordine che esibiscono un comportamento caotico, ma non sono riportate applicazioni di quelle equazioni in meccanica classica (anzi, in uno dei lavori Sprott mostra che l'equazione che considera ''non si può'' ottenere come derivata temporale dell'equazione di Newton F=ma); infine, la terza fonte citata è semplicemente una risposta a una domanda su ''Usenet Physics and Relativity FAQ, Math Dept, University of California, Riverside'', che è quasi come citare come fonte l'[[Wikipedia:Oracolo|Oracolo di Wikipedia]]. --[[Speciale:Contributi/93.36.167.230|93.36.167.230]] ([[User talk:93.36.167.230|msg]]) 22:14, 8 ott 2019 (CEST)
::: La voce sullo strappo forse va bene lasciarla perché ha effettivamente utilizzi fisici (su [[en:Jerk (physics)]] ci sono alcuni esempi e comunque più note rispetto a quelle delle voci sulle derivate successive). Per le altre invece sono d'accordo sul rimuovere le voci a sé stanti e fare solo un cenno in [[Cinematica]]. --[[Utente:Datolo12|Datolo12]] ([[Discussioni utente:Datolo12|msg]]) 10:33, 9 ott 2019 (CEST)
:::: Sono d'accordo che la voce [[:en:Jerk (physics)]] è ragionevole, ben scritta e potrebbe essere utilmente tradotta in italiano. Ha solo il problema delle fonti: ci sono delle note utili per alcuni aspetti tecnici (ma bisognerebbe vedere se i documenti citati sono davvero accessibili), mentre la bibliografia contiene solo i lavori di Sprott che non non riportano nulla di quanto è scritto nella voce, a parte la frase finale della sezione "Expressions", frase che a dire il vero è piuttosto discutibile. È falso che solo un'equazione differenziale del terzo ordine possa esibire comportamento caotico: questo è vero per equazioni in dimensione 1, ma in dimensione 2 si può avere caos già per un sistema del secondo ordine<ref>La dimensione minima per avere comportamento caotico in un'equazione differenziale ordinaria del primo ordine è 3 (per il [[teorema di Poincaré-Bendixson]]): dato che un'equazione del terzo ordine in dimensione 1 è equivalente a una del primo ordine in dimensione 3, ecco che se si considerano sistemi unidimensionali si può avere caos solo con un'equazione "per lo strappo" (tra l'altro non mi pare che in italiano nessuno la chiamerebbe così)</ref>. Io quella frase non ce la metterei proprio. Tutto l'argomento, però, attiene piuttosto alla meccanica applicata che alla fisica di base: ci vorrebbe un ingegnere meccanico, per trovare le referenze adatte. --[[Speciale:Contributi/130.192.193.197|130.192.193.197]] ([[User talk:130.192.193.197|msg]]) 12:05, 9 ott 2019 (CEST)
:::: Per eliminare le voci su sbalzo, schiocco e crepitio bisognerebbe aprire delle PdC (sperando che non se ne debba discutere). O più semplicemente proporre l'unione con [[Cinematica]], trasformandole in redirect: questo non richiede una PdC. Poi in [[Cinematica]] si cita la definizione di strappo e sbalzo (con link alla voce di approfondimento per il primo dei due), e per gli altri due si scrive solo in una nota che qualcuno ha scherzosamente pensato di chiamare ''"crackle"'' e ''"pop"'' le due derivate successive, prendendo i nomi dai personaggi dei Rice Krispies (fonte: Visser). --[[Speciale:Contributi/130.192.193.197|130.192.193.197]] ([[User talk:130.192.193.197|msg]]) 12:19, 9 ott 2019 (CEST)
<references/>
Utente anonimo