Unità di Informazione Finanziaria per l'Italia: differenze tra le versioni

m
(Cooperazione internazionale)
L'Unità partecipa alla rete mondiale delle ''Financial Intelligence Units'' (FIU) per gli scambi informativi necessari a fronteggiare la dimensione transnazionale del riciclaggio e del finanziamento del terrorismo<ref>{{Cita web|url=https://uif.bancaditalia.it/sistema-antiriciclaggio/organizzazione-internazionale/index.html|titolo=UIF - Organizzazione internazionale|autore=Banca d'Italia|sito=uif.bancaditalia.it|lingua=it|accesso=2019-10-19}}</ref>. La collaborazione tra FIU è regolata dai principi del [[Gruppo Egmont]]<ref>{{Cita web|url=https://egmontgroup.org/|titolo=Welcome to the Egmont Group|sito=egmontgroup.org|accesso=2019-10-20}}</ref>, nella cornice delle Raccomandazioni del [[GAFI]]. Gli standard internazionali richiedono che le FIU forniscano, sia spontaneamente sia su richiesta, in maniera rapida, costruttiva ed efficace, la massima cooperazione internazionale in materia di riciclaggio, reati presupposto a esso associati e finanziamento del terrorismo.
 
Lo scambio di informazioni tra FIU avviene attraverso canali telematici di comunicazione rapidi e sicuri. In ambito internazionale, il Gruppo Egmont gestisce e sviluppa la rete protetta denominata Egmont Secure Web che viene utilizzata dalle FIU per lo scambio di informazioni. In ambito comunitario è stata realizzata un’infrastruttura di comunicazione decentrata denominata FIU.NET gestita da [[Europol]] che consente lo scambio strutturato di informazioni su base bilaterale o multilaterale<ref>{{Cita web|url=https://www.europol.europa.eu/about-europol/financial-intelligence-units-fiu-net|titolo=Financial Intelligence Units – FIU.net|sito=Europol|lingua=en|accesso=2019-10-20}}</ref>.
 
La UIF può scambiare informazioni relative a operazioni sospette con FIU di altri paesi, in deroga al segreto d’ufficio e anche sulla base di protocolli d’intesa; acquisisce a tale scopo dall’NSPV e dalla DIA le necessarie informazioni investigative.
40

contributi