Philippe Val: differenze tra le versioni

1 666 byte aggiunti ,  2 anni fa
nessun oggetto della modifica
(aggiungo categoria)
Nessun oggetto della modifica
|AnnoMorte =
|Attività = giornalista
|Attività2 = cantantescrittore
|Attività3 = comicocantante
|AttivitàAltre = e [[comico]]
|Nazionalità = francese
|Immagine = Philippe Val, France Inter (8513628892).jpg
 
== Biografia ==
NelDopo [[1981]],una Valcarriera diventada comico iniziata agli inizi degli anni '80<ref>«Un Val très en grâce», [[Jean-Pierre Thiollet]], ''Le Quotidien de Paris'', 17/07/1981</ref>, nel [[1991]] lavora nell'editoria come direttore del settimanale ''La Grosse Bertha'', per poi essere licenziato l'anno successivo a causa di vari litigi avuti con l'editore. Con i fumettisti [[Gébé]], [[Cabu]], [[François Cavanna]] e [[Georges Wolinski]] ha contribuito a rilanciare il famoso settimanale satirico ''[[Charlie Hebdo]]'', crollato nel [[1981]].
Nel [[1991]], diventa direttore del settimanale ''La Grosse Bertha'', per poi essere licenziato l'anno successivo per vari litigi con l'editore. Con i fumettisti [[Gébé]], [[Cabu]], [[François Cavanna]] e [[Georges Wolinski]] ha contribuito a rilanciare il famoso settimanale satirico [[Charlie Hebdo]], crollato nel [[1981]].
 
Nel [[2004]], dopodiventa ladirettore mortedella diredazione [[Gébé]],dopo Valla glimorte succededel dasuo direttore dipredecessore [[Charlie HebdoGébé]]. Per la sua attività Val ha ricevuto numerose critiche soprattutto dall'estrema destra e dal mondo cattolico, dopo aver criticato una certa vicinanza fra certe frange di dell'estrema sinistra ed i movimenti islamisti, Valma èricevette statopesanti però pesantemente attaccatocritiche anche da sinistra. Alla fine del [[2005]], Val decide di pubblicare le caricature danesi su [[Maometto]] e, a seguito di ciò, il settimanale satirico è stato portato in tribunale da alcune associazioni islamiche con l'accusa di incitamento all'odio. Nel [[2007]], il settimanale viene assolto da tali diritti e Val denuncia i pericoli dell'ideologia islamista, definendola un "nuovo totalitarismo" e ha dedicato la sua vittoria in tribunale per i diritti musulmani.
 
Nel [[2009]], Val lascia il giornale satirico dopo essere stato nominato direttore del programma radiofonico [[France Inter]], carica che manterrà fino al [[2014]].
 
Nel gennaio [[2015]], dopo l'[[attentato alla sede di Charlie Hebdo]], proponepropose alla medesima redazione di poter tornare a lavorare per il giornale, ma la nuovastessa redazione declinadeclinò la sua offerta.
 
== Opere ==
*''Vingt ans de finesse (Font & Val)'', scritto con Patrick Font, Parigi, Le Cherche midi, 1992.
*''Allez-y, vous n'en reviendrez pas'', Parigi, Le Cherche midi, 1994.
*''Allez-y, vous n'en reviendrez pas'', la suite'', Parigi, Le Cherche midi, 1996.
*''Fin de siècle en solde'', Parigi, Le Cherche midi, 1999.
*''No Problem !'', Parigi, Le Cherche midi, 2000.
*''Bonjour l'ambiance'', Parigi, Le Cherche midi, 2001.
*''Bons baisers de Ben Laden'', Parigi, Le Cherche midi, 2004.
*''Les années Charlie: 1969-2004'', scritto con [[François Cavanna]], Parigi, Hoëbeke, 2004.
*''Le référendum des lâches : les arguments tabous du oui et du non à l'Europe'', Parigi, Le Cherche midi, 2005.
*''Traité de savoir survivre par temps obscurs'', Parigi, [[Éditions Grasset & Fasquelle|Grasset & Fasquelle]], 2007.
*''Les traîtres et les crétins : chroniques politiques'', Parigi, Le Cherche midi, 2007.
*''Reviens, Voltaire, ils sont devenus fous'', Parigi, Grasset, 2008.
*''Si ça continue, ça va pas durer'', Parigi, Les Échappés, 2009.
*''Malaise dans l'inculture'', Parigi, [[Éditions Grasset & Fasquelle|Grasset & Fasquelle]], 2015.
*''C'était Charlie'', Parigi, [[Éditions Grasset & Fasquelle|Grasset & Fasquelle]], 2015.
*''Cachez cette identité que je ne saurais voir'', Parigi, [[Éditions Grasset & Fasquelle|Grasset & Fasquelle]], 2017.
*''Le nouvel antisémitisme en France'', Parigi, [[Albin Michel (casa editrice)|Albin Michel]], 2018.
*''Tu finiras clochard comme ton Zola'', Parigi, L'Observatoire, 2019.
 
== Note ==
Utente anonimo