Differenze tra le versioni di "Supplente"

201 byte rimossi ,  3 mesi fa
Localismi
m (a capo in eccesso)
(Localismi)
{{LF|istruzionevoci comuni|marzoottobre 20152019}}
Un '''supplente''' è colui che sostituisce provvisoriamente un'altra persona in tutte o parte delle sue [[funzione (diritto)|funzioni]]; il termine si usa con particolar riferimento a impiegati, [[funzionari]] o [[docenti]] della scolasticiscuola.<ref>[http://www.treccani.it/vocabolario/supplente/ supplènte in Vocabolario – Treccani<!-- Titolo generato automaticamente -->]</ref>
 
== Nel mondo ==
==Nell'ordinamento scolastico preuniversitario italiano==
=== La nominaItalia ===
{{F|istruzione|marzo 2015|commento=parte della voce è discordante con quanto si può consultare altrove, esempio Treccani}}
Un supplente, nell'[[ordinamento scolastico italiano]], è un membro del personale scolastico, sia [[docente]] che [[personale ATA|A.T.A.]], che presta servizio temporaneo in uno dei seguenti casi:<ref>[http://www.treccani.it/enciclopedia/incarico-d-insegnamento/ incarico d'insegnamento nell&apos;Enciclopedia Treccani<!-- Titolo generato automaticamente -->]</ref>
 
#per tutto l'anno, su un posto disponibile e vacante perché non coperto da alcun titolare di ruolo (''supplenza annuale'');
#fino al termine delle attività didattiche, su un posto disponibile perché il titolare è fino ad allora assente (''supplenza fino al termine delle attività didattiche''); oppure
#per brevi periodi, su un posto per il quale il titolare è assente solo momentaneamente (''supplenza temporanea'' o ''breve'').
 
Le normativenormativa che regolano la costituzione di graduatorie, le modalità di assegnazione delle supplenze e le tempistiche, sono regolate (annualmente) da appositi [[Decreto ministeriale|decreti ministeriali]] ([[Regioni d'Italia|regionali]] oppure [[Comuni d'Italia|comunali]]). A livello nazinale, un regolamento è stato emanato col D.M. n. 131 del 13 giugno 2007.
=== Disciplina normativa ===
Le normative che regolano la costituzione di graduatorie, le modalità di assegnazione delle supplenze e le tempistiche, sono regolate (annualmente) da appositi [[Decreto ministeriale|decreti ministeriali]] ([[Regioni d'Italia|regionali]] oppure [[Comuni d'Italia|comunali]]).
 
Per le scuole statali vi sono diversi tipi di graduatorie, attraverso cui si accede alle supplenze (per esempio, brevi o annuali). I docenti, la cui eventuale nomina spetta all'autorità competente, sono divisi per ordine scolastico ([[scuola dell'infanzia]], [[Scuola primaria|primaria]], [[Scuola secondaria di primo grado|media]], [[Scuola secondaria di secondo grado|superiore]]) e [[Disciplina (didattica)|disciplina]] (per esempio [[matematica]], [[geografia]], [[storia]]).<ref>Il suddetto tipo di graduatoria è detto "classe di concorso".</ref>
 
Per le scuole statali vi sono diversi tipi di graduatorie, attraverso cui si accede alle supplenze (per esempio, brevi o annuali). I docenti, la cui eventuale nomina spetta all'autorità competente, sono divisi per ordine scolastico ([[scuola dell'infanzia]], [[Scuola primaria|primaria]], [[Scuola secondaria di primo grado|media]], [[Scuola secondaria di secondo grado|superiore]]) e [[Disciplina (didattica)|disciplina]] (per esempio [[matematica]], [[geografia]], [[storia]]).<ref>Il suddetto tipo di graduatoria è detto "classe di concorso".</ref> Viene nominato dall'[[Ufficio scolastico regionale|USR]] (in precedenza noto come "ambito territoriale", "Ufficio scolastico provinciale", "Centro servizi amministrativi" e [[Provveditore#Provveditorato agli studi|provveditorato agli studi]]) oppure dal [[dirigente scolastico]]; nella [[scuola privata]], le modalità di assunzione sono invece gestite dalla direzione della stessa.
=== La nomina ===
Per la scuola statale, il supplente viene nominato dall'[[Ufficio scolastico regionale|USR]] (in precedenza noto come "ambito territoriale", "Ufficio scolastico provinciale", "Centro servizi amministrativi" e [[Provveditore#Provveditorato agli studi|provveditorato agli studi]]) oppure dal [[dirigente scolastico]]; nella [[scuola privata]], le modalità di assunzione sono invece gestite dalla direzione della stessa.
 
L'eventuale nomina di un supplente è subordinata all'esito delle graduatorie: ai docenti inseriti in lista è assegnato un punteggio sulla base dei [[Titolo di studio|titoli]] conseguiti ([[laurea]], [[laurea magistrale]], [[dottorato di ricerca]]) e del servizio prestato (supplenze precedenti). Tale punteggio regola, inoltre, il diritto di precedenza alla chiamata.
== Voci correlate ==
*[[Docente]]
*[[Scuola]]
*[[Insegnante di sostegno]]
*[[Istruzione in Italia]]
*[[Ufficio scolastico regionale]]
 
{{Istruzione in Italia}}
8 706

contributi