Differenze tra le versioni di "Luciano Pettinari"

Esponente del [[Partito di Unità Proletaria]], del [[Partito della Rifondazione Comunista]], del [[Movimento dei Comunisti Unitari]], dei [[Democratici di Sinistra]], di [[Sinistra Democratica (Italia)|Sinistra Democratica]].
 
È stato eletto deputato europeo alle [[elezioni europee del 1994|elezioni del 1994]] per la liste del  [[Partito della Rifondazione Comunista|PRC]]. È stato membro della Commissione per lo sviluppo e la cooperazione; dell'Assemblea paritetica della convenzione fra gli Stati dell'[[Africa]], dei [[Caraibi]] e del [[Oceano Pacifico|Pacifico]] e l'[[Unione europea]] (ACP-UE); della Delegazione per le relazioni con i paesi dell'[[America centrale]] e con il [[Messico]]; della Commissione per lo sviluppo e la cooperazione. Ha aderito al gruppo della [[Sinistra Unitaria Europea - Sinistra Verde Nordica]] e poi al gruppo del [[Partito del Socialismo Europeo]]. Resta europarlamentaro fino al 1999.
 
Nel 2001 si candida alla Camera nel collegio della Basilicata con i DS, ma è primo dei non eletti. NNelNel 2005 diviene [[deputato]] alla Camera per i [[Democratici di Sinistra]]. Nel 2006 viene riconfermato alla Camera per l'Ulivo ed è presidente della commissione Esteri. Vicepresidente dei DS alla Camera dal 29 novembre 2007. Resta a Montecitorio fino al 2008.<ref>[https://storia.camera.it/deputato/luciano-pettinari-19500318/organi#nav Storia Camera]</ref>
 
Il figlio [[Stefano Pettinari|Stefano]] è un calciatore professionista.