Differenze tra le versioni di "Piero il Gottoso"

m
m (WPCleaner v2.01 - Fixed using Wikipedia:Check Wikipedia (Wikilink scritto come un link esterno))
Da quel momento, Piero seguì progressivamente la carriera politica facilitatagli dall'astuzia paterna, mantenendosi però nell'alveo delle ''cursus honorum'' della [[Repubblica di Firenze|Repubblica]]: nel 1444 sposò l'intelligente e colta [[Lucrezia Tornabuoni]]<ref name="dizbiog" />, legandosi con una delle più antiche e nobili famiglie fiorentine e rinforzando così, con questo patto d'amicizia<ref group="N">Come sottolineato magistralmente nel IV libro del ''De Familia ''di [[Leon Battista Alberti]], il concetto di "amicizia" era molto più esteso nella Firenze comunale rispetto a quanto gli attribuiamo al giorno d'oggi. Infatti, l'amicizia non consisteva soltanto nei rapporti umani tra le persone, ma anche l'equilibrio delle alleanze che i magnati fiorentini stabilivano fra di loro per mantenere in piedi gli interessi comuni.</ref>, la stabilità del potere mediceo; nel 1447 fu a capo della delegazione fiorentina per congratularsi con il neopontefice [[Niccolò V]]; nel 1448 fu [[Priorato delle Arti|priore]] per il bimestre novembre-dicembre<ref name="dizbiog" />.
 
Gli [[Anni 1450|anni Cinquanta]] videro il Medici ancora impegnato in vari incarichi diplomatici e istituzionali<ref>{{Cita|Yale|p. 120}}.</ref>: la presenza a Roma per il [[Giubileo universale della Chiesa cattolica|giubileo]], la visita nella primavera del medesimo anno al neo ducaneoduca di Milano [[Francesco Sforza]] - da tempo alleato dei Medici - e lo sviluppo della fitta rete di alleanze in occasione della [[Pacepace di Lodi]] (1454)<ref name="dizbiog" />. Fu inoltre l'ultimo della famiglia Medici a ricoprire la carica di [[gonfaloniere]], il capo temporaneo del governo della [[Repubblica di Firenze|Repubblica fiorentina]], nel [[1461]], una carica che durante la Signoriasignoria di fatto di Cosimo il Vecchio veniva affidata solo a persone di sua stretta fiducia<ref>{{Cita|Hale|p. 53}} e {{Cita|Piero-DBI}}</ref>.
 
==== L'eredità politica ====