Differenze tra le versioni di "Scovolo"

9 byte aggiunti ,  6 mesi fa
 
==Struttura ed uso degli scovoli per armi==
La pulizia delle canne è necessaria in quanto ad ogni sparo si depositano in esse depositi derivati dalla combustione della [[polvere da sparo]]. Il fenomeno è particolarmente presente quando si usano armi o [[Cartuccia (munizione)|cartucce]] caricate con [[polvere nera]].<br>Lo scovolo (sempre a sezione circolare) può essere composto di un unico elemento oppure essere dotato di spazzolini intercambiabili, come quello nell'immagine a fianco. Il materiale della parte attiva può essere metallo relativamente morbido come [[rame]] o [[ottone (Italia)|ottone]] in modo che non righi la canna, oppure di [[criniera|crine]] o materiale plastico. Questo tipo di spazzolini serve a rimuovere le tracce (nel caso della polvere nera chiamate ''fecce'') della combustione. Altri tipi, in feltro o lana o altre stoffe, sono usati per lucidare le canne o depositare in esse un sottile velo d'olio per preservarle dalla ruggine.<br>La dimensione degli scovoli è naturalmente proporzionata al [[Calibro (armi)|calibro]] delle armi ed alla lunghezza delle canne. Per esempio uno scovolo con uno spazzolino di nove (o poco più) millimetri di diametro si usa per i calibri 9 mm., .38 o .357. Uno di dieci (o poco più) millimetri sarà più adatto ai calibri .40, .41, .44, .45 e così via.
 
==Bibliografia==
19 088

contributi