Differenze tra le versioni di "Aragorn"

449 byte aggiunti ,  2 mesi fa
nessun oggetto della modifica
(Annullata la modifica 108161723 di 79.36.169.227 (discussione))
Etichetta: Annulla
|doppiatore italiano 6 nota = (videogioco ''[[Il Signore degli Anelli: La Guerra del Nord]]'')
}}
'''Aragorn II''', conosciuto come '''Grampasso'''<ref>Grampasso è il nome con il quale era conosciuto a [[Brea (Terra di Mezzo)|Brea]] mentre era un ramingo ({{cita|Tolkien, ''Il Signore degli Anelli''|libro I, cap. IX - ''All'Insegna del Puledro Impennato'', pag. 189}}; {{cita|STI 2005|pag. 21, ''Aragorn''}}).</ref> nella traduzione italiana ad opera di [[Vittoria Alliata di Villafranca]] e '''Passolungo'''<ref>{{Cita web|url=https://www.jrrtolkien.it/2019/10/30/esce-oggi-la-nuova-traduzione-della-compagnia-dellanello/|titolo=Esce oggi la nuova traduzione della Compagnia dell’Anello|sito=Tutto sul mondo di J.R.R. Tolkien e dintorni - Tolkien Society of Italy|data=2019-10-30|lingua=it-IT|accesso=2019-11-08}}</ref> in quella ad opera di [[Ottavio Fatica]] (''Strider'' in originale), e salito al trono come '''Elessar Telcontar''',<ref>{{cita|STI 2005|pag. 21, ''Aragorn''}}.</ref> è un personaggio di [[Arda (Terra di Mezzo)|Arda]], l'[[universo immaginario]] [[fantasy]] creato dallo scrittore inglese [[J. R. R. Tolkien]]. È uno dei protagonisti del ''[[Il Signore degli Anelli|Signore degli Anelli]]'' e compare anche nel ''[[Il Silmarillion|Silmarillion]]''.
 
Essendo l'ultimo discendente diretto di [[Elendil]] e [[Isildur]] (precisamente il trentanovesimo),<ref>{{cita|Tolkien, ''Il Silmarillion''|''Degli Anelli del Potere e della Terza Era'', pag. 358}}.</ref> era di diritto l'erede al trono di [[Gondor]]. Dopo aver passato i primi anni di vita in esilio, combatte nella [[guerra dell'Anello]] e alla fine di questa, nell'anno 3021 [[Terza Era|T.E.]] viene incoronato re di Gondor e di [[Arnor]].<ref>{{cita|Tolkien, ''Il Silmarillion''|''Degli Anelli del Potere e della Terza Era'', pag. 358-360}}; {{cita|Tolkien, ''Il Signore degli Anelli''|''Appendice A - Annali dei Re e Governatori'', pag. 1145}}.</ref>
Utente anonimo