Differenze tra le versioni di "Motore V2"

Nessun cambiamento nella dimensione ,  14 anni fa
m
nessun oggetto della modifica
(link)
m
Questo motore può essere sia longitudinale, cioè disposto nel senso di marcia del veicolo, che trasversale,montato a 90° rispetto all'asse longitudinale del veicolo. In questo ultimo caso diventa più facile montare la trasmissione ma si ha un motore più ingombrante e la coppia di rotazione del motore stesso. indotta dalle parti in movimento interne, diventa più accentuata e tende a far ruotare il mezzo verso un lato.
 
Questo tipo di propulsore è molto diffuso in campo [[Motocicletta |motociclistico]] tanto che in alcuni casi è divenuto un marchio di riconoscimento di una marca. Abbiamo così il motore V2 longitudinale a 45°, angolo formato dai due cilindri, delle moto [[Harley-Davidson]] mentre il bicilindrico trasversale è quasi sinonimo di [[Moto Guzzi]]. Sono motori a V longitudinali quelli della [[Ducati]], della [[Moto Morini]] e su molte moto tipo ''Custom'' prodotte dalle [[Casecase motociclistiche | Case]] [[Giappone | giapponesi]]. Motori a V trasversali sono stati utilizzati anche dalla [[Honda]] per i suoi modelli della serie [[Honda CX500 | CX]].
 
Al fine di ridurre le vibrazioni i due cilindri dovrebbero formare tra di loro un angolo di 90° che garantisce il migliore bilanciamento del motore. Non sempre questo è possibile per cui esistono motori con angoli diversi dall'angolo ottimale. Per esempio, oltre alla già ricordata Harley-Davidson, l'[[Aprilia]] ha motori a V di 60° mentre la [[Suzuki]] utilizza l'angolo di 75°.
3 881

contributi