Differenze tra le versioni di "Lingua scots"

wikilink ripetuto
m (Bot: aggiungo template {{Collegamenti esterni}} (ref))
(wikilink ripetuto)
 
|didascalia=
}}
La '''lingua scozzese'''<ref>Alberto Nocentini, ''L'Europa linguistica'', Le Monnier, 2004. ISBN 8800860397.</ref><ref>AA.VV., ''Grande Enciclopedia dei ragazzi, vol. 3 - Terra'', Milano, Biblioteca di Repubblica, 2005.</ref>, nota anche col nome nativo di '''lingua scots''', è la [[Lingua (linguistica)|lingua]] [[lingue germaniche occidentali|germanica occidentale]], del ramo [[Lingue anglo-frisoni|anglo-frisone]], in uso nella [[Scozia]], nell'[[Ulster]] e nella zona di confine della [[Repubblica d'Irlanda]] (definito ''[[Ulster Scots]]''), affine all'[[lingua inglese|inglese]] ma profondamente diversa dal [[Lingua gaelica scozzese|gaelico scozzese]]. Viene anche definito ''Lowland Scots'' in contrapposizione al [[Lingua gaelica scozzese|gaelico scozzese]], limitato storicamente alle [[Highlands]], le [[Isole Ebridi|Ebridi]] e il [[Galloway]].
 
Il nome italiano della lingua è semplicemente ''scozzese''; tuttavia, al fine di evitare confusioni con la [[lingua gaelica scozzese]] e con l'[[inglese scozzese]], variante dell'inglese parlata in Scozia, viene spesso usato il nome nativo di ''lingua scots''.
 
Per la consistenza del gruppo di utilizzatori, e per la sua nettamente marcata caratterizzazione, lo scots viene considerato lingua a sé, distinta dalla [[lingua inglese]], sebbene la strutturazione di fondo ne sia la medesima e la capacità di comunicazione fra parlanti delle due lingue sia più che sufficiente.
Utente anonimo