Differenze tra le versioni di "Gran Premio d'Australia 2009"

== Gara ==
[[File:Button 2009 Australian GP 1.jpg|left|thumb|[[Jenson Button]] impegnato nel Gran Premio con la Brawn]]
 
Al via Button scatta molto bene mentre [[Rubens Barrichello]] ha delle difficoltà: alla prima curva viene coinvolto nel contatto che vede protagonisti [[Nick Heidfeld]], [[Adrian Sutil]], [[Mark Webber]] (che rientreranno ai box per riparare i danni) e [[Heikki Kovalainen]] (che si dovrà ritirare). Al termine del primo giro Button comanda su [[Sebastian Vettel]], [[Felipe Massa]], [[Robert Kubica]] e [[Kimi Räikkönen]]. Intanto Button prende il largo e [[Lewis Hamilton]], partito 18º, recupera posizioni.
 
Alla ripartenza [[Nelson Piquet Jr.|Piquet Jr.]] va in testacoda alla prima curva; Glock intanto prova a guadagnare qualche posizione. Al 39º giro si ferma Räikkönen, mentre Massa supera [[Timo Glock]] che ha fatto un piccolo testacoda senza conseguenze. Il giro dopo però Räikkönen è costretto a fermarsi nuovamente: il pit-stop è lentissimo e il pilota finlandese scivola in penultima posizione. In questi giri si fermano tutti gli altri mentre Massa è costretto al ritiro per un problema allo sterzo; dopo i pit-stop la situazione è: 1° Button, 2° Vettel, 3° Kubica e 4° Barrichello.
 
A quattro giri dalla fine Robert Kubica cerca di sorpassare Vettel e i due si toccano: il polacco si ritira immediatamente mentre il tedesco prosegue per un giro senza la ruota anteriore sinistra. In seguito all'incidente la vettura di sicurezza rientra in pista, per uscirne nel corso dell'ultimo giro: le posizioni rimangono così immutate fino al traguardo, tagliato dai piloti ancora in regime di safety car. Per la [[Toyota Racing|Toyota]] è il primo giro veloce da motorista dal [[Gran premio del Belgio 2005]].
 
=== Risultati ===
Utente anonimo