Differenze tra le versioni di "Martire"

101 byte aggiunti ,  8 mesi fa
m
Annullate le modifiche di 93.56.168.32 (discussione), riportata alla versione precedente di Scalvo98
(martire)
m (Annullate le modifiche di 93.56.168.32 (discussione), riportata alla versione precedente di Scalvo98)
Etichetta: Rollback
{{nota disambigua}}
Il '''martire''' (dal greco μάρτυς - [[testimone (religione)|testimone]]) è colui che ha testimoniato la propria [[fede]] o [[Ideologia|ideale]] nonostante la [[persecuzione]], senza quindi abiurarla, anche a costo di eventuali pene corporali o morte.
 
È un concetto presente in più religioni. Il termine è utilizzato per estensione anche in forma laica ("martire della patria", "martire del lavoro"), per onorare atti di particolare eroismo compiuti a difesa della propria nazione o nello svolgimento della propria professione.
 
== Bibliografia ==
* Bisconti, Mazzoleni, ''Alle origini del culto dei martiri. Testimonianze nell'archeologia cristiana'', 2004, ISBN 88-7999-923-0
* T. Baumeister, ''La teologia del martirio nella Chiesa antica'', 1995, ISBN 88-05-05443-7
* Camille Eid, ''A morte in nome di Allah. I martiri dalle origini dell'Islam a oggi'', 2004, ISBN 88-384-8385-X
130 619

contributi