Differenze tra le versioni di "Editoriale Campi"

m
Persegue lo scopo di valorizzare con attività di ricerca, espositive ed editoriali la cultura almanacchistica che ha in Barbanera un originale interprete.
Si occupa della gestione dell’archivio storico dell’Editoriale Campi e di una biblioteca specializzata in editoria popolare.
Conserva una significativa raccolta di almanacchi, calendari e altre testimonianze di editoria di largo consumo. <ref>Per una presentazione degli scopi istituzionali della Fondazione Barbanera 1762 e delle sue principali raccolte si consulti il catalogo bibliografico [http://pprn.infoteca.it/bw5ne5/Opac.aspx?WEB=FNBN&SRC=SADV www.bibliotecabarbanera.it], in costante aggiornamento.(ultima consultazione 5/12/2016). Per sfogliare la collezione di lunari e almanacchi Barbanera conservata presso la fondazione, si consulti inoltre la [http://www.barbanera1762.com Biblioteca digitale Barbanera] (ultima consultazione 28/11/2019).</ref>.
 
Conserva inoltre la collezione di almanacchi Barbanera entrata nel 2015 nel [[Memoria del mondo|Memory of the World Register]] dell'[[UNESCO]] come simbolo universale di un genere editoriale che ha contribuito a creare la cultura di massa e l'identità di intere nazioni<ref>Cfr. la motivazione espressa dall'Unesco nel [http://www.unesco.org/new/en/communication-and-information/flagship-project-activities/memory-of-the-world/register/full-list-of-registered-heritage/registered-heritage-page-2/collection-of-barbanera-almanacs/ sito ufficiale del Memory of the World Register.].(ultima consultazione 5/12/2016).</ref>.
 
== Note ==
1 060

contributi