Differenze tra le versioni di "L'ultimo saluto di Sherlock Holmes"

Nessun cambiamento nella dimensione ,  3 mesi fa
Annullata la modifica 108911757 di 2001:B07:6441:AB65:65A8:F344:DA2:5C71 (discussione)
(Annullata la modifica 108911757 di 2001:B07:6441:AB65:65A8:F344:DA2:5C71 (discussione))
Etichetta: Annulla
 
 
=== L'avventura della scatola di cartone ===
A [[Croydon]] si scatena un putiferio, quando miss Susan Cushing riceve un macabro pacco postale: una scatola contenente sale grosso e due orecchie umane, una maschile e una femminile. L'Ispettore Lestrade ritiene inizialmente che si tratti di uno scherzo, opera di tre studenti di medicina che la signora aveva sfrattato da casa sua. Holmes invece sa di trovarsi di fronte a un vero crimine: uno studente, avendo accesso a una sala autoptica, avrebbe usato qualcosa di più adeguato del sale per conservare i resti; le orecchie erano state tagliate con uno strumento male affilato; l'indirizzo presentava una correzione, indice di scarsa familiarità con i luoghi e di malcelata ignoranza; infine il nodo dello spago sul pacco era tipico dei marinai. Holmes definisce il caso semplice, al punto da non gradire che il suo nome sia collegato con esso. Una breve conversazione con miss Cushing, un telegramma per [[Liverpool]] e poche osservazioni gli permettono di risolvere la questione in meno di un giorno. Il pacco è indirizzato a una delle due sorelle di Susan, Sarah Cushing, la quale aveva tentato di sedurre suo cognato, Jim Browner, sposato con l'altra sorella, Maria Cushing. In seguito al rifiuto dell'uomo Sarah aveva tentato in ogni modo di causare la fine del matrimonio fra Maria e Jim, e i suoi tentativi andarono a buon fine, poiché Maria iniziò una relazione extraconiugale con un giovane di nome Fabrian, presentadolepresentatole dalla sorella. Jim, scoperto il tradimento della moglie e accecato dalla rabbia, uccise lei e il suo amante e inviò la scatola a Sarah per farle capire le conseguenze delle sue azioni.
 
=== L'avventura del Cerchio Rosso ===
235 742

contributi