Differenze tra le versioni di "Neoclassicismo"

m (Annullate le modifiche di 37.160.35.122 (discussione), riportata alla versione precedente di Parma1983)
Etichetta: Rollback
In [[Francia]], il neoclassicismo è il tipico del teatro di [[Jean Racine]], con i suoi versi bilanciati, limitatezza nelle emozioni, rifinimento nell'espressione, senza eccessi, la sua consistenza artistica, così che il tono tragico non era compensato da momenti di realismo o humor (come in [[Shakespeare]]), e la sua aderenza formale alle "[[unità aristoteliche|unità classiche]]" riprese dalla ''[[Poetica (Aristotele)|Poetica]]'' di [[Aristotele]].
 
In Italia i più importanti esponenti della letteratura neoclassica furono [[Ludovico Savioli]], [[Giuseppe Parini]], [[Vincenzo Monti]], [[Vittorio Alfieri]] e [[Ugo Foscolo]].
 
Nel [[1786]], lo scrittore tedesco [[Goethe]] finì il suo periodo di [[Sturm und Drang]] con il suo ''[[Viaggio in Italia (saggio)|Viaggio in Italia]]'', le cui esperienze raccolte in volume nel [[1817]]. In seguito, egli, come il suo collega [[Friedrich Schiller]], emulò i temi e la sensibilità della [[tragedia greca]] in opere come ''[[Ifigenia in Tauride (Goethe)|Ifigenia in Tauride]]'', le ''[[Elegie romane]]'', e il ''[[Faust (Goethe)|Faust]]''.<br />
Utente anonimo