Differenze tra le versioni di "Antifascismo"

m
→‎Spagna: clean up, replaced: BurgosBurgos
m (→‎Spagna: clean up, replaced: BurgosBurgos)
Il 21 settembre [[1938]] il nuovo primo ministro [[Juan Negrín]], su pressione delle democrazie occidentali impegnate nella politica di non intervento, dispose il ritiro dal fronte di tutti i combattenti non spagnoli, stimati in {{formatnum:13000}} unità ad ottobre 1938. Il 29 ottobre [[1938]], a [[Barcellona]], le Brigate internazionali tennero una sentita e commossa parata di addio.
 
Il [[Franchismo#Governo nazionalista nella guerra civile (1936-1939)|governo provvisorio franchista]] di [[Burgos (Spagna)|Burgos]] rispose rinunciando al supporto di {{formatnum:10000}} militari italiani inviati al suo fianco dal regime fascista (ma ne rimasero circa {{formatnum:38000}}, oltre ai tedeschi). Dopo la sconfitta degli antifascisti nel 1939 la lotta continuò come [[guerriglia]]. Si prolungò con azioni frammentarie e localistiche, fino al [[1975]].
 
{{citazione|Questa impossibile lotta si esaurì nei primi anni sessanta, poi lentamente l'evolversi degli avvenimenti mondiali fece scendere sulla Spagna una cappa di silenzio, che durò fino alla morte di [[Francisco Franco|Franco]], avvenuta nel novembre [[1975]].<ref name="storia900bivc.it">[http://www.storia900bivc.it/pagine/editoria/ramella297.html "La Retirada" L'odissea di cinquecentomila repubblicani spagnoli dopo la fine della guerra civile]</ref>}}
9 821

contributi