Differenze tra le versioni di "Made in Italy (film 1965)"

* Una donna affascinante ([[Virna Lisi]]) è frustrata dal fatto di aver dovuto sposare uomini più ricchi presso i quali lavorava come cameriera, ma quando le si ripresenta l'opportunità di vivere con l'uomo che ama davvero, non riesce ad abbandonare il lusso a cui si era abituata e lo rifiuta.
* Una coppia di giovani passa la serata in una discoteca romana molto "in". Lei ([[Catherine Spaak]]) ha un accento del nord, modi di fare snob, da rampolla di buona famiglia. Lui è un semplice impiegato. All'ora convenuta la riporta a casa, fermandosi davanti ad un bel palazzo. Appena il fidanzato è ripartito, lei aspetta che se ne sia andato, poi entra dall'ingresso secondario in una sorta di scantinato, e il padre, un burino, le urla che ha sgarrato sull'orario di ritorno, le molla uno schiaffo, le rinfaccia che il giorno dopo deve andare a pulire le scale e la manda a letto.
* Una donna sfreccia per le strade del centro di [[Amalfi]] a bordo di una fiammante [[Jaguar E-Type]]. Passa davanti a un gruppo di giovani. Uno di loro ([[Jean Sorel]]) scommette con gli altri che riesce a prenderla. Si mette all'inseguimento a bordo di una [[Fiat Nuova 500|FIAT 500]] [[Abarth]], la raggiunge e la convince a fermarsi. La vede da vicino: è una gran bella donna ([[Sylva Koscina]]) ed anche lui è un bel ragazzo. La donna lo guarda chiedendosi quali intenzioni abbia perché in fondo non le dispiace il suo corteggiamento. Dopo essere passati dal Lei al Tu, lui le vuole chiedere una cosa e la prega di non rispondergli di no. Lei accetta. Lui, tutto eccitato, le chiede se può guidare la sua [[Jaguar]] e lei rimane un po' delusa.
 
=== Cittadini, Stato e Chiesa ===
Utente anonimo