Differenze tra le versioni di "TV Sorrisi e Canzoni"

Etichette: Modifica da mobile Modifica da web per mobile
[[File:Copertina Sorrisi e Canzoni n1 ottobre 1952.jpg|thumb|La copertina del primo numero di ''Sorrisi e Canzoni d'Italia'', ottobre 1952. Ritrae la cantante [[Clara Jaione]].<ref name=":0">{{Cita news|lingua=|autore=|url=https://www.cdt.ch/cultura-e-spettacoli/musica/52079/morta-la-cantante-clara-jaione.html|titolo=Morta la cantante Clara Jaione|pubblicazione=Corriere del Ticino|data=10 ottobre 2011|accesso=19 settembre 2018|urlarchivio=https://web.archive.org/web/20180919211456/https://www.cdt.ch/cultura-e-spettacoli/musica/52079/morta-la-cantante-clara-jaione.html|dataarchivio=19 settembre 2018|urlmorto=sì}}</ref>]]
 
La testata nacque nell'ottobre [[1952]] come ''Sorrisi e Canzoni d'Italia'' per iniziativa di [[Agostino Campi]], storico editore del [[Barbanera (almanacco)|Barbanera]] e proprietario della [[Editoriale Campi|Campi editrice]] di [[Foligno]], società che possedeva i diritti di pubblicazione in Italia di canzoni di tutto il mondo.<ref name=":1" /> Il primo numero comprendeva 16 pagine bicolori (nero e arancione chiaro) e costava 50 lire. La sede del giornale era a [[Roma]].<ref>{{Cita|50 anni di storia della televisione attraverso la stampa settimanale, 2004|p. 36}}.</ref> Successivamente la testata divenne semplicemente ''Sorrisi e Canzoni''. Quando nacque, il giornale era il primo a parlare interamente di spettacolo: mancava infatti in Italia una rivista interamente dedicata alle canzoni e alla musica<ref>Massimo Emanuelli, ''50 anni di storia della televisione attraverso la stampa settimanale'', Greco & Greco, 2004.</ref>.
 
Campi, oltre ad essere l'editore, era anche il primo direttore del settimanale. La rivista aveva come sottotitolo: «Tutti i successi delle canzoni, varietà, radio e cinema». Il giornale fin dai primi numeri pubblicava i testi delle canzoni più in voga. Campi possedeva anche l'esclusiva dei testi delle canzoni in gara al ''[[Festival di Sanremo]]'', manifestazione canora nata nel [[1951]], che l'editore pubblicava integralmente sul suo giornale.
1 060

contributi