Differenze tra le versioni di "Rhode Island"

m
Corretto un po' lo stile: «gli infuocati venti da Sud-Ovest possano far schizzare le temperature» va bene in un romanzo, ma non in un'enciclopedia
(cambiamento da razza a etnia)
Etichette: Modifica da mobile Modifica da web per mobile Modifica visuale
m (Corretto un po' lo stile: «gli infuocati venti da Sud-Ovest possano far schizzare le temperature» va bene in un romanzo, ma non in un'enciclopedia)
In effetti secondo la [[classificazione dei climi di Köppen]] il Rhode Island ha un'estate calda e quindi con temperature medie del mese più mite sotto i 22 °C (" b ").
 
In genere le stagioni estive sono calde e la forte continentalità fa sì che in alcune occasioni glii infuocaticaldi venti da Sud-Ovest possano far schizzaresalire le temperature oltre i 35 °C. Ma in questi mesi dell'anno sono anche frequenti i forti temporali e gli improvvisi rovesci accompagnati anche da grandine. Gli inverni sono freddi, in questo periodo dell'anno si alternano le piogge e le nevicate anche abbondanti. Nei mesi più freddi le medie delle minime sono sotto lo zero anche lungo le coste, con frequenti giornate di gelo e giorni in cui nemmeno le massime salgono sopra lo zero (a Providence la temperatura più bassa registrata è stata di -32,2 °C). La zona può essere investita da ''[[blizzard (meteorologia)|blizzard]]'' che paralizzano il traffico. La primavera resta fredda e anche nevosa nella prima parte mentre da aprile in poi si assiste a un sensibile aumento termico e un forte risveglio vegetativo. L'autunno registra ancora giornate tiepide e soleggiate e anche, nella seconda parte, le prime irruzioni di gelo e le prime nevicate fin sulla costa. Sono proprio le prime temperature sotto lo zero che permettono lo sfolgorante quanto spettacolare fenomeno del "''foliage''" ossia la colorazione di accesi colori marrone e rosso pastello delle foglie decidue delle grandi foreste del [[New England]].
Gli inverni sono freddi, in questo periodo dell'anno si alternano le piogge e le nevicate anche abbondanti. Nei mesi più freddi le medie delle minime sono sotto lo zero anche lungo le coste, con frequenti giornate di gelo e giorni in cui nemmeno le massime salgono sopra lo zero (a Providence la temperatura più bassa registrata è stata di -32,2 °C).
La zona può essere investita da veri e propri ''[[blizzard (meteorologia)|blizzard]]'' che paralizzano il traffico.
La primavera resta fredda e anche nevosa nella prima parte mentre da aprile in poi si assiste ad un sensibile aumento termico e un forte risveglio vegetativo.
L'autunno registra ancora giornate tiepide e soleggiate ma anche, nella seconda parte, le prime irruzioni di gelo e le prime nevicate fin sulla costa. Sono proprio le prime temperature sotto lo zero che permettono lo sfolgorante quanto spettacolare fenomeno del "''foliage''" ossia la colorazione di accesi colori marrone e rosso pastello delle foglie decidue delle immense foreste del [[New England]].
 
La caduta di piogge e in genere di precipitazioni è più che discreta e distribuita lungo tutto l'anno. Mediamente cadono intorno aicirca {{formatnum:1100}}&nbsp;mm all'anno.<ref>[http://www.worldclimate.com/cgi-bin/grid.pl?gr=N41W071 Medie termo-pluviometriche del Rhode Islan]</ref><ref>[http://www.mherrera.org/tempusa.htm Estremi termici del Rhode Island e degli altri stati degli USA]</ref>
 
== Storia ==