Differenze tra le versioni di "Farsetto"

52 byte aggiunti ,  29 giorni fa
m
Bot: aggiungo template {{Collegamenti esterni}} (ref)
(→‎Origini e sviluppo: Corretto errore di battitura)
Etichette: Modifica da mobile Modifica da applicazione mobile Modifica da applicazione Android
m (Bot: aggiungo template {{Collegamenti esterni}} (ref))
 
[[File:Giovanni Battista Moroni 001.jpg|thumb|Lo sconosciuto sarto nel famoso ritratto del [[1570]] di [[Giovanni Battista Moroni]] indossa un classico esempio di farsetto.]]
[[File:Doublet.jpg|thumb|Disegno di un farsetto. ]]
Il '''farsetto'''<ref>[http://dizionari.corriere.it/dizionario_italiano/F/farsetto.shtml Corriere.it Dizionario di Italiano]</ref> o '''doublet''', o '''pourpoint''', era un indumento maschile, corto e leggermente imbottito, di solito con una abbottonatura sulla parte anteriore, con o senza maniche. Il doublet è stato uno dei principali capi d'abbigliamento degli uomini del [[XV secolo|quindicesimo]] e [[sedicesimo secolo]]<ref name=FE/> , e fu un indumento chiave nel passaggio dalla [[moda]] del [[Medioevo]] a quella del [[Rinascimento]].
 
==Descrizione==
 
==Origini e sviluppo==
La forma di base del farsetto proveniva dal pourpoint, una [[camicia]] imbottita, originariamente indossata dai [[cavalleria|cavalieri]], al di sotto dell'[[armatura]].<ref name=FE/> Il nome ''doublet'' deriva dalla tecnica di realizzazione del capo, composto di più strati di tessuti sovrapposti. Lo strato più interno era normalmente in [[lino (fibra)|lino]], il materiale più confortevole a contatto della pelle nuda, mentre gli stati esterni in [[seta]] pesante, [[lana]] o velluto . A seconda della [[moda]] del momento il numero di strati e l'imbottitura potevano variare.<ref name=FE/>
 
Nel XV secolo il capo era molto elegante, chi poteva permetterselo lo aveva di velluto, dai colori sgargianti, damascato o anche monocolore blu o bordeaux, il farsetto monocromatico aveva il pregio di far risaltare le maniche e il colletto (a V) rifiniti d'oro o bordati di pelliccia. Inoltre le grandi collane d'oro arricchivano l'abbigliamento. Verso metà secolo il farsetto aveva le [[spalline]] a sbuffo, particolarmente ampie e poteva essere aderente oppure largo in modo che la cintura stretta in vita creava un movimento e una dinamicità nel panneggio. Fra il quindicesimo ed il sedicesimo secolo furono aggiunte imbottitura anche sulle braccia e sulle spalle, facendo apparire il capo estremamente ingombrante. Addirittura una moda del tardo sedicesimo secolo imponeva una tale imbottitura sull'addome da dare l'illusione di una [[gravidanza]]<ref name="FE" />. Il farsetto andava di solito abbinato con una [[gonna]] corta, o con i primi modelli di [[pantaloni]] che si andavano sviluppando.
== Altri progetti ==
{{interprogetto|wikt=farsetto}}
 
== Collegamenti esterni ==
* {{Collegamenti esterni}}
 
{{Biancheria intima maschile}}
2 667 504

contributi