Mario Magnotta: differenze tra le versioni

+ info con fonte
(+ info con fonte)
Gli scherzi telefonici di De Dominicis e Videtta iniziarono ben presto a circolare, incisi su svariate [[Musicassetta|musicassette]] private, trasformando Magnotta in un fenomeno mediatico<ref>{{cita news|url=http://www.ilgiornale.it/news/benzinaio-e-altri-eroi-banali-sul-web-gaffe-d-celebrit.html|titolo=Il benzinaio e gli altri eroi banali Sul web una gaffe dà la celebrità|pubblicazione=[[il Giornale]]|data=22 ottobre 2007|accesso=14 agosto 2018}}</ref><ref>{{cita news|url=https://www.blitzquotidiano.it/rassegna-stampa/andrea-scanzi-fatto-quotidiano-televisione-non-serve-piu-satira-oggi-corre-rete-1743192/|titolo=Andrea Scanzi sul Fatto Quotidiano: “La televisione non serve più. La satira oggi corre in Rete”|pubblicazione=Blitz Quotidiano|data=12 dicembre 2013|accesso=26 luglio 2019}}</ref>: «il bidello più famoso d'Italia» fu invitato in numerose trasmissioni radiofoniche, alle trasmissioni televisive ''[[Maurizio Costanzo Show]]'' e ''[[I fatti vostri]]'', nonché in svariate feste e sagre di paese prima ed eventi in discoteca poi<ref name="Biografia"/><ref name="Messaggero"/><ref name="Repubblica"/>, protrattisi fino al 2003<ref name="Centro"/>. Dal 2001 al 2007 Magnotta fu inoltre ospite di varie televisioni locali, ove veniva essenzialmente chiamato a commentare le notizie del giorno con lo stesso stile delle famigerate telefonate<ref name="Messaggero"/>.
 
Il personaggio Magnotta riscosse l'approvazione di nomi noti del mondo dello spettacolo italiano, quali [[Dario Vergassola]], [[Antonello Venditti]], [[David Riondino]] e [[Simone Cristicchi]]. Quest'ultimo utilizzò una delle espressioni più famose della quarta telefonata della lavatrice, ossia la minaccia «m'iscrivo ai terroristi» ([[sic]]), nel singolo ''[[L'Italia di Piero]]'' («Piero non rinuncerebbe mai alla lotta e si iscrive ai terroristi come fa il Magnotta»)<ref name="Messaggero" />. Quella stessa frase divenne un [[tormentone]], utilizzato anche in alcuni [[remix]] suonati nelle discoteche<ref name="Centro"/>. Già nel 1993, il rapper [[Frankie hi-nrg mc]] aveva inserito un [[campionamento]] dello sfogo di Magnotta nella canzone ''Disconnetti il potere'', contenuta nel suo album di esordio ''[[Verba manent]]''<ref>{{cita news|url=https://www.abruzzoweb.it/contenuti/-oggi-e-16-settembre-i-fan-di-magnotta-celebrano-i-31-anni-della-lavatrice-/667422-327/|titolo=''Oggi è 16 settembre'', i fan di Magnotta lo celebrano e arriva una piazza dedicata|pubblicazione=AbruzzoWeb|data=16 settembre 2018|accesso=26 gennaio 2020}}</ref>.
 
A partire dalla seconda metà degli [[Anni 2000|anni duemila]] il fenomeno mediatico iniziò ad attenuarsi. Lo stesso Magnotta rifiutò spesso di prendere parte a serate in discoteca e altri eventi. Non cessarono tuttavia gli scherzi telefonici a suo danno, perpetrati anche da altri soggetti, tanto che intorno al 2007 l'ex bidello si trovò a sporgere denuncia perché «perseguitato» da [[SMS]] di scherno<ref name="Centro"/>.