RIM-66 Standard: differenze tra le versioni

Nessun cambiamento nella dimensione ,  2 anni fa
la versione utilizzata è il SM-1, lo SM-2 lo usano i "Kidd" e le navi con l'Aegis
(la versione utilizzata è il SM-1, lo SM-2 lo usano i "Kidd" e le navi con l'Aegis)
Il missile Standard SM-1 è stato il successore della serie di missili anitiaerei '''T''', [[RIM-24 Tartar|Tartar]] e [[RIM-2 Terrier|Terrier]]. La tecnologia elettronica degli [[anni 1960|anni sessanta]] rese possibile aumentare la potenza e il propellente per ottenere migliori prestazioni e affidabilità con gittate variabili tra i 46-74 [[Chilometro|km]].
 
Lo '''Standard SM-2''' è a sua volta il successore, a partire dai primi [[anni 1980|anni ottanta]], della serie SM-1, anche se per molti anni non ha avuto export al di fuori degli [[Stati Uniti d'America|Stati Uniti]]. Caratterizzato dalla capacità di autopilotarsi fino in prossimità del bersaglio, controllato da comandi radio, attiva il cercatore radar solo alla fine, consentendo una maggiore economia energetica (traiettoria più pulita), e permettendo di ingaggiare in rapida sequenza, anche se non simultaneamente, parecchi bersagli per ciascun radar di tiro. Gittate 74 – 150 km. Gli ultimi modelli hanno anche capacità antimissili balistici. La [[Marina Militare Italiana]] lo monta sui [[cacciatorpediniere lanciamissili]] [[Classe Durand de la Penne]] nella versione SM-21 Medium Range.
[[File:Standard Missile.jpg|thumb|left|Un missile Standard SM-2]]
[[File:Thach SM-1MR.jpg|thumb|left|lancio da una [[Fregata (nave)|fregata]] [[Classe Oliver Hazard Perry (fregata)|Classe Perry]]]]
4 922

contributi