Differenze tra le versioni di "Esergo"

Nessun cambiamento nella dimensione ,  11 mesi fa
Punteggiatura
m (Bot: manutenzione template portale)
(Punteggiatura)
L''''esergo''' (dal [[lingua latina|latino]] ''exèrgum'', a sua volta dal [[Lingua greca|greco]] ''ex'', fuori, ed ''èrgon'', opera) è quello spazio limitato che in una [[moneta]] si trova sotto il disegno principale (più raramente sopra) e talora da esso staccato con una linea orizzontale. È così chiamato proprio perché rimane "fuori opera", fuori cioè dal disegno, che costituisce invece la parte essenziale della moneta.
 
Spesso questo spazio è utilizzato per porvi varie indicazioni, come la data o il valore o altre informazioni, tra cui il segno della [[Zecca (moneta)|zecca]] che l'ha prodotta, l'[[Etnico (onomastica)|etnico]] nel caso delle monete greche antiche, la firma dell'[[incisore]]., o semplicemente alcuni elementi decorativi. Può anche non essere presente.
 
Nell'[[editoria]] si usa il termine per indicare un motto o una citazione di un'altra opera collocato all'inizio di un libro, di un capitolo o di uno scritto in genere, tipicamente giustificato a destra su una larghezza minore della colonna.<ref>{{cita web|url=http://www.treccani.it/vocabolario/esergo/|accesso=2 aprile 2018|titolo=esergo|pubblicazione=[[Vocabolario Treccani]]}}</ref> L'esergo ha una certa attinenza con il tema del libro, ma non è necessario per la sua comprensione.
Utente anonimo