Differenze tra le versioni di "SARS-CoV-2"

nessun oggetto della modifica
Etichette: Modifica da mobile Modifica da web per mobile Modifica visuale
Il Coronavirus 2019-nCoV è un ceppo virale appartenente alla famiglia dei [[coronavirus]] che formano una vasta famiglia di virus e sono responsabili di patologie che vanno dal [[raffreddore comune]] a malattie più gravi come la [[Sindrome respiratoria mediorientale da Coronavirus|sindrome respiratoria mediorientale]] (MERS) e la [[sindrome respiratoria acuta grave]] (SARS). I coronavirus sono una vasta famiglia di virus, ma solo sei (229E, NL63, OC43, HKU1, MERS-CoV, SARS-CoV) erano precedentemente noti per la [[Malattia infettiva|capacità di infettare le persone]]; quindi il 2019-nCoV è il settimo. La sostanziale differenza dai precedenti è il [[periodo di incubazione]] che va da 3 a 10 giorni in cui non provoca alcun sintomo, ma a gennaio 2020 non si è ancora certi se sia contagioso o meno {{Senza fonte}}. Il 26 gennaio, Ma Xiaowei (China’s National Health Commission) ha dichiarato che "il nuovo coronavirus è contagioso anche nel suo periodo di incubazione, che dura fino a 14 giorni"<ref name=":0">{{Cita news|autore=|titolo=Coronavirus contagious even incubation stage|pubblicazione=https://amp.scmp.com/news/china/society/article/3047701/coronavirus-contagious-even-incubation-stage-chinas-health#|data=}}</ref>.
 
L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ritiene che il [[tasso netto di riproduzione]] della trasmissione del virus da uomo a uomo sia tra 1,4 e 3,8. Questo valore indica il numero di altre persone a cui un paziente appena infetto può trasmettere la malattia, caratterizzando dunque il nuovo 2019nCoV2019-nCoV, di fatto, infettivo quanto il SARS-CoV del 2002<ref>{{Cita news|autore=|titolo=ECDC sheet 2019-nCoV|pubblicazione=https://www.ecdc.europa.eu/sites/default/files/documents/Risk-assessment-pneumonia-Wuhan-China-26-Jan-2020_0.pdf|data=}}</ref>. Durante una conferenza di aggiornamento del 29 gennaio 2020, l’organizzazione Mondiale della Sanità fa sapere che il metodo di trasmissione non è solo diretto, ma anche indiretto per contatto<ref>{{Cita news|autore=|titolo=WHO conference about 2019-CoV|pubblicazione=https://twitter.com/ungeneva/status/1222519769275883521?s=21|data=}}</ref>.
 
Il [[genoma]] del 2019-nCoV presenta il 89% di [[Nucleotide|nucleotidi]] identici a quelli della SARS-like-CoVZXC21 (pipistrelli) e l'82% identici a quelli della SARS-CoV umana; tuttavia solo il 40% degli [[aminoacidi]] coincide con quelli dei coronavirus legati alla SARS.<ref>{{en}} Chan JF, Kok KH, Zhu Z, Chu H, To KK, Yuan S, Yuen KY, ''[https://www.tandfonline.com/doi/full/10.1080/22221751.2020.1719902 Genomic characterization of the 2019 novel human-pathogenic coronavirus isolated from a patient with atypical pneumonia after visiting Wuhan]''</ref>
Utente anonimo