Nicolò Fieschi: differenze tra le versioni

 
Con il favore del Vicario in [[Toscana]] di re [[Carlo I d'Angiò]], intorno alla metà del [[XIII secolo]], con varie acquisizioni arrivò quindi a crearsi un vasto dominio personale con capitale alla [[La Spezia|Spezia]]. Qui, nel [[1252]], si fece costruire un palazzo sulla collina del Poggio e successivamente un [[Castello San Giorgio|castello]].
<br>Oltre alla Spezia e il suo approdo, il suo dominio comprendevagiunse a comprendere i borghi di [[Levanto]], [[Varese Ligure|Varese]], [[Brugnato]] e la [[Val di Vara]], [[Sarzana]], [[Pontremoli]] e la [[Lunigiana]].
<br>Questa politica espansiva lo pose in contrasto con [[Guglielmo di Luni|Guglielmo]], [[Vescovo-Conte]] di [[Luni]], che rivendicava il possesso di alcune di queste stesse terre.
 
Utente anonimo