Differenze tra le versioni di "Siegfried Lander von Spanheim"

m
Bot: Specificità dei wikilink; modifiche estetiche
m (Bot: sistemo immagini piccole per accessibilità (v. richiesta))
m (Bot: Specificità dei wikilink; modifiche estetiche)
}}
 
'''Siegfried''' (o '''Sievert''') '''Lander von Spanheim''' (... - 31 marzo 1424) fu [[Gran Maestro]] dell'[[Ordine di Livonia]], in carica dal 1415 al 1424, anno della sua morte.<ref name="eric">{{en}}Eric Christiansen, ''[https://books.google.it/books?id=a1OWoMo5ZsAC&pg=PT21&lpg=PT21&dq=Burchard+von+Dreileben&source=bl&ots=O886xnnOU0&sig=ACfU3U1-PUAc-Nd1TCPCins8MTV3i1k9qw&hl=en&sa=X&ved=2ahUKEwjQnLPZ3qDkAhVKJVAKHenCA44Q6AEwEnoECAYQAQ#v=onepage&q&f=false The Northern Crusades]'', Penguin UK, 1997, ISBN 978-01-41-93736-6.</ref>
 
== Biografia ==
=== Primi anni di gestione ===
Come cavaliere dell'[[Ordine teutonico]], von Spanheim fu [[commendatore]] presso [[Castello di Malbork|Malbork]] (1411) e [[Viljandi]] (1413). Nel settembre del 1415, divenne ''[[Landmeister]]'' di [[Livonia]].<ref>{{de}}Bernd Moeller; Bruno Jahn, ''[https://books.google.it/books?id=OC3Cwdi9Zk8C&pg=PA1709&dq=of+spanheim+malbork&hl=en&sa=X&ved=0ahUKEwiL57WanKvkAhXSKFAKHWgXCEUQ6AEIMzAC#v=onepage&q=of%20spanheim%20malbork&f=false Deutsche Biographische Enzyklopädie der Theologie und der Kirchen (DBETh)]'', Walter de Gruyter, 2011, ISBN 978-31-10-95988-8, p. 1709.</ref>
 
Già dai primi anni in cui si insediò tento di negoziare accordi di pace con diverse popolazioni confinanti, per evitare che potessero sorgere eventuali conflitti. Il culmine di questa strategia politica fu raggiunto nel 1417, quando l'[[Ordine di Livonia]] firmò un accordo di non belligeranza con la [[Repubblica di Pskov]].<ref name=angermann>{{de}}Norbert Angermann; Carl-Schirren-Gesellschaft, ''[https://books.google.it/books?id=uZyA57ZQ_e4C&q=von+spanheim+pskov&dq=von+spanheim+pskov&hl=en&sa=X&ved=0ahUKEwjThJTonKvkAhVCZlAKHS-QBhIQ6AEIMjAC Städtisches Leben im Baltikum zur Zeit der Hanse]'',
Carl-Schirren-Gesellschaft, 2003, ISBN 978-39-23-14944-5, pp. 66-67.</ref> Nel 1420, venne firmato un nuovo trattato, stavolta tra l'Ordine di Livonia e la [[Repubblica di Novgorod]].<ref name=angermann/>
 
=== La dieta di Livonia ===
La [[Confederazione di Livonia]], nata nel 1228, prevedeva in teoria che un terzo delle terre conquistate doveva essere controllato dall'Ordine di Livonia ed i restanti due terzi dalla [[Chiesa cattolica|Chiesa]].<ref>{{en}}Alexander Theroux, ''[https://books.google.it/books?id=ryJmDAAAQBAJ&pg=PA25&dq=livonian+confederation+1228&hl=en&sa=X&ved=0ahUKEwjn0-CSnqvkAhVJZVAKHYgUAU8Q6AEIJzAA#v=onepage&q=livonian%20confederation%201228&f=false Estonia]'', Fantagraphics Books, 2011, ISBN 978-16-06-99465-8, p. 25.</ref> Nei fatti, la maggior parte della Livonia era controllata dai cavalieri di Livonia: nel corso dei secoli, furono frequenti schermaglie con i vescovi e la potente [[Lega Anseatica]].<ref>''[https://books.google.it/books?id=2WpNoMt_0XsC&q=lega+anseatica+confederazione+livonia&dq=lega+anseatica+confederazione+livonia&hl=en&sa=X&ved=0ahUKEwiDgoWsn6vkAhULU1AKHcYJAaoQ6AEIVjAI Il tesoretto della coltura italiana]'', digitalizzato dalla Libreria Centrale Nazionale di Roma il 3 maggio 2017, p. 315.</ref>
Sebbene l'[[Ordine teutonico]] stava conoscendo un periodo di profonda crisi dopo la sconfitta nella [[battaglia di Grunwald]] nel 1410, l'Ordine di Livonia riuscì a mantenere una vita indipendente: la decisione di [[Dietrich Tork]], predecessore di von Spanheim nel ruolo di Gran maestro, di astenersi dalle ostilità sembrava ora dare i suoi frutti.<ref name=teutonic/><ref>{{en}}
Anita J. Prazmowska, ''[https://books.google.it/books?id=r_0-BjHIkh4C&pg=PT67&dq=Konrad+von+Vietinghoff&hl=en&sa=X&ved=0ahUKEwjq9uyl3qrkAhUNLVAKHWb4ARUQ6AEIKjAA#v=onepage&q=Konrad%20von%20Vietinghoff&f=false%7C A History of Poland]'', Macmillan International Higher Education, 2011, ISBN 978-02-30-34537-9.</ref>
 
Nel 1418, [[Papa]] [[Martino V]] nominò [[Johannes Ambundii]] come [[arcidiocesi di Riga|Arcivescovo di Riga]].<ref>{{de}}''[https://books.google.it/books?id=OvdaU_2PiiMC&pg=PA355&dq=1418+ambundii&hl=en&sa=X&ved=0ahUKEwjmpsqvoavkAhWQZlAKHfCQCy0Q6AEIKjAA#v=onepage&q=1418%20ambundii&f=false 2012]'', Walter de Gruyter, 2013, ISBN 978-31-10-27871-2, p. 355.</ref> Egli divenne noto come promotore della Confederazione di Livonia. Per risolvere controversie interne, nel 1419 venne costituita la [[Dieta di Livonia]], con sede nella città di [[Valga (Estonia)|Valga]].<ref>{{en}}Toivo Miljan, ''[https://books.google.it/books?id=pUawCQAAQBAJ&pg=PA110&dq=livonia+1419&hl=en&sa=X&ved=0ahUKEwi235j5oavkAhUEU1AKHfWRCacQ6AEIJzAA#v=onepage&q=livonia%201419&f=false Historical Dictionary of Estonia]'' (ed. 2), Rowman & Littlefield, 2015, ISBN 978-08-10-87513-5, pp. 110-111.</ref> Essa era composta dall'Arcivescovo di [[Riga]], i [[diocesi di Curlandia|vescovi di Curlandia]], [[diocesi di Dorpat|Dorpat]], [[diocesi di Ösel-Wiek|Ösel-Wiek]] e [[diocesi di Reval|Reval]], da alcuni rappresentanti dell'Ordine di Livonia, dai [[vassallo|vassalli]] e dai rappresentanti delle città di Riga, [[Reval]] e [[Dorpat]]. I contadini non erano rappresentati, anche se, di volta in volta, venivano invitati nel ruolo di osservatori.<ref>{{en}}Heikki Pihlajamäki, ''[https://books.google.it/books?id=s9fzDQAAQBAJ&pg=PA101&dq=livonian+diet&hl=en&sa=X&ved=0ahUKEwivwIi6pKvkAhUEbVAKHWarCU4Q6AEIJzAA#v=onepage&q=livonian%20diet&f=false Conquest and the Law in Swedish Livonia (ca. 1630–1710)]'', BRILL, 2017, ISBN 978-90-04-33153-2, p. 101.</ref> La funzione della stessa era quella di costituire definitivamente una sede in cui discutere delle problematiche e le questioni inerenti alla Confederazione di Livonia. In un primo momento, la maggioranza della Dieta si manifestò contraria allo strapotere dell'[[Ordine religioso cavalleresco|Ordine religioso]], il quale preferiva non presiedere agli incontri sotto indicazione di von Spanheim.<ref>{{en}}Andres Kasekamp, ''[https://books.google.it/books?id=QDA5DwAAQBAJ&pg=PA31&dq=livonian+diet&hl=en&sa=X&ved=0ahUKEwjC1o3_pKvkAhUPL1AKHawWCLIQ6AEINDAC#v=onepage&q=livonian%20diet&f=false A History of the Baltic States]'', Macmillan International Higher Education, 2017, ISBN 978-11-37-57366-7, pp. 31-32.</ref> Tuttavia, di fronte alcune serie difficoltà a causa delle guerre con la [[Granducato di Lituania|Lituania]], i livoniani iniziarono a partecipare alla Dieta per evitare di rimanere soli di fronte ad eventuali assalti.<ref name=teutonic>[https://web.archive.org/web/20190215084451/http://www.teutonic.altervista.org/I/156.html Il Landmeister Siegfried Lander von Spanheim] a cura di ''Oratores e Bellatores''</ref>
 
=== Morte ===
Siegfried Lander von Spanheim morì il 31 marzo 1424: prima che subentrasse il suo successore [[Cisse von Rutenberg]], il ruolo di [[Gran maestro]] fu temporaneamente assunto da [[Dietrich Kra]].
 
== Note ==
<references/>
 
== Altri progetti ==
{{Interprogetto|commons=Category:Siegfried Lander von Spanheim}}
 
493 270

contributi