Differenze tra le versioni di "Piazza VIII Agosto"

m
Bot: Specificità dei wikilink; modifiche estetiche
m (Bot: Markup immagini, accessibilità)
m (Bot: Specificità dei wikilink; modifiche estetiche)
Nei giorni di venerdì e sabato piazza VIII Agosto ospita il tradizionale e grande "mercato della Piazzola", con oltre 400 banchi ambulanti.
 
== Storia ==
Durante gli scavi per realizzare il parcheggio interrato venne alla luce un enorme sito archeologico stratificato, risalente dall'[[età del ferro]] alle epoche romana e medievale, incluso un grande complesso di impalcati lignei della [[cultura villanoviana]], riconducibile ad un luogo per le prime assemblee pubbliche della città etrusca di ''[[Felsina]]''; dopo l'abbandono di tale edificio nel VII secolo a.C., il luogo venne utilizzato come [[sepolcreto]] e poi come campo agricolo.<ref>{{cita libro|autore=Iacopo Ortalli|titolo=Bologna, piazza VIII Agosto, scavo di un complesso pubblico villanoviano e di un sepolcreto di età orientalizzante|città=Bologna|anno=1999}}</ref> Questo enorme spazio urbano venne acquisito dal Comune di Bologna nel 1219, venendo ufficialmente denominato piazza del Mercato nel 1251 in occasione del mercato del bestiame che lì si teneva.<ref>{{cita web|titolo=Otto Agosto (Piazza dell’)|sito=Origine di Bologna|url=https://www.originebologna.com/odonomastica/viii-agosto-piazza/}}</ref>
 
Nel 1390 la Repubblica bolognese concesse l'organizzazione, otto giorni prima e otto giorni dopo la festa di [[San Petronio]], di una fiera franca, cioè esente da dazi e gabelle, per la vendita di qualunque mercanzia (ad eccezione del sale). Al centro della piazza vi era una croce in cui si celebrava messa più volte al giorno. Durante la fiera non era consentita l'installazione di bancarelle per la vendita di merci in alcun'altra parte della città, tranne il banco delle candele di cera davanti la [[Basilica di Santo Stefano (Bologna)|basilica di Santo Stefano]].<ref>{{cita libro|autore=Antonio di Paolo Masini|titolo=Bologna perlustrata|editore=per l'erede di Vittorio Benacci|città=Bologna|anno=1666|pp=475-476|url=https://books.google.it/books?id=8iBXAAAAcAAJ&pg=PA475}}</ref>
 
Nel 1738 le misure della piazza vennero registrate in 42 pertiche e 6 piedi di lunghezza per 31 pertiche e 2 piedi di larghezza; al centro vi era collocata una [[colonna dorica]] alta 65 piedi con lo stemma di papa [[papa Alessandro VII]], che il 14 luglio 1656 aveva istituito l'annuale fiera dei cavalli del mese di maggio. A tal scopo, nel 1662 la piazza fu alzata, spianata e pareggiata. A sinistra della piazza era indicato un sito dedicato al "giuoco del pallone", dove i dilettanti praticavano questo sport ed era perciò molto frequentato in estate.<ref>{{cita libro|autore=Gianandrea Taruffi|titolo=Antica fondazione della citta di Bologna|pp=28-29|città=Bologna|editore=Stamperia di Bartolomeo Borghi|anno=1738|url=https://books.google.it/books?id=hJVSAAAAcAAJ&pg=PA28}}</ref>
 
In epoca napoleonica venne utilizzata come [[piazza d'armi]] per esercitazioni e parate militari.
 
Il 10 maggio 1891, durante il Concorso Ginnastico Federale, due squadre di ginnasti della Società Ginnastica Virtus giocano nella piazza, per la prima volta in Italia in un luogo pubblico, una partita di calcio: l'esibizione di questo nuovo sport è gratuita, ma disapprovata dai fischi del pubblico.<ref>{{cita web|titolo=Prima partita a calcio durante le Feste della Virtus|sito=Sala Borsa|url=https://www.bibliotecasalaborsa.it/cronologia/bologna/1891/durante_le_feste_della_virtus_prima_partita_a_calcio}}</ref> Nel maggio 1901 fu allestito lo Stadio Attico per ospitare il Concorso ginnastico internazionale, a cui assistettero oltre 20.000 spettatori.<ref>{{cita web|titolo=Piazza VIII Agosto trasformata in Stadio Attico|sito=Sala Borsa|url=https://www.bibliotecasalaborsa.it/cronologia/bologna/1901/piazza_viii_agosto_come_stadio_attico_durante_il_congresso_nazionale_ginnastico}}</ref> Nel 1912 si svolse il primo incontro di [[pugilato]] in città.<ref>{{cita web|titolo=Prima esibizione di pugilatori|sito=Sala Borsa|url=https://www.bibliotecasalaborsa.it/cronologia/bologna/1912/prima_esibizione_di_pugilatori}}</ref>
[[File:Sardine VIII agosto.jpg|thumbminiatura|upright=1.4|Piazza VIII agosto vista dalla [[Giardino della Montagnola|Montagnola]] durante una [[Movimento delle sardine|manifestazione delle sardine]] nel [[2020]]]]
Il 18 agosto 1944 avvenne l'eccidio nazifascista che portò alla fucilazione per [[rappresaglia]] di sette cittadini di [[Molinella]].<ref>{{cita web|titolo=Eccidio di piazza VIII Agosto|url=https://www.storiaememoriadibologna.it/eccidio-di-piazza-viii-agosto-57-evento}}</ref>
 
<references/>
 
== Voci correlate ==
* [[Monumento ai caduti del VIII Agosto 1848]]
* [[Giardino della Montagnola]]
 
== Altri progetti ==
 
{{Portale|Bologna|trasporti}}
 
[[Categoria:Piazze di Bologna]]
493 428

contributi