Differenze tra le versioni di "DC Comics"

m
Bot: i simboli corretti degli ordinali sono º e ª e modifiche minori
m (Bot: i simboli corretti degli ordinali sono º e ª e modifiche minori)
|controllate=
|persone_chiave=
*[[Pam Lifford]], presidente, responsabile dei brand globali, franchise e coordinamento con attività del gruppo [[WarnerMedia]] e [[AT&T]].
*[[Kevin Tsujiara]], presidente e direttore generale degli studio Warner Bros.
*[[Jim Lee]], editore e direttore creativo responsabile
* ''[[L'ultima notte (fumetto)|L'ultima notte]]'': miniserie di 4 numeri pubblicata nel novembre 1996<ref name=fn>{{cita | JLA in Crisis Secret Files | pp.54-55}}.</ref>. La Terra è in pericolo per l'arrivo di un'entità cosmica denominata ''Sun-Eater'', il suo fine è nutrirsi delle stelle e ha preso di mira il Sole<ref name=fn/>. Per evitare l'arrivo di una notte eterna e la fine dell'umanità, Hal Jordan si sacrifica utilizzando tutto il suo potere ed energia vitale per ripristinare l'attività del Sole. Si tratta di un atto che redime le sue azioni come Parallax e gli ridona lo stato di eroe<ref name=fn/>.
* ''[[Genesi (DC Comics)|Genesi]]'': miniserie di 4 numeri pubblicata nell'ottobre 1997, scritta da John Byrne e disegnata da Ron Wagner e Joe Rubinstein<ref name=jd348>{{cita | Julian Darius | pp.348-350}}.</ref>. Nonostante venga coinvolto Darkseid e l'intera cosmogonia dell'universo DC, si tratta di uno dei peggiori universe-wide crossover della DC<ref name=jd348/>. Si vuole spiegare l'esistenza dei supereroi grazie all'energia cosmica Godwave, proveniente dai confini dell'universo (la ''Source'')<ref name=jd348/>. La storia contraddice la continuity DC come, ad esempio, la presenza del metagene in diversi esseri umani e vorrebbe la creazione contemporanea di tutti i supereroi<ref name=jd348/>. Tali inesattezza rendono questo crossover inutile e quasi mai citato negli albi DC<ref name=jd348/>.
* ''[[One Million]]'': miniserie settimanale di 4 numeri pubblicati con data di copertina novembre [[1998]]<ref name=jd239>{{cita | Julian Darius | pp.239-255}}.</ref>. Viene preceduta da un prologo su ''JLA'' n. 23 (ottobre 1998)<ref name=jd239/>. Viene ideata e scritta da [[Grant Morrison]], allora alle redini di un ciclo di storie di successo sulla serie della ''Justice League''<ref name=jd239/>. In ''DC One Million'' si assiste all'arrivo nel presente di una versione della Lega della Giustizia di un lontano futuro (dall'853°º secolo). Il suo nome è Justice Legion A (''A'' per ''Alpha'')<ref name=jd239/>. Si tratta di un universe-wide crossover dove si hanno però gli albi collegati che presentano il numero di copertina n. 1000000 (datati novembre 85271) e si ambientano nel futuro, presupponendo che la numerazione rimanga ininterrotta dai giorni nostri fino a quel periodo storico<ref name=jd239/>. Non mancano i tie-in ambientati nel presente, ma l'impatto della saga sulla continuity del DC Universe rimane marginale<ref name=jd239/>.
* ''[[Our Worlds at War]]'': pubblicato tra agosto e ottobre [[2001]] (come date di copertina), è il 15° universe-wide-crossover, ma si tratta del primo che non viene strutturato su una miniserie creata apposta per l'evento<ref name=jd354>{{cita| Julian Darius | pp.354-359}}.</ref>. Si sviluppa invece partendo dagli albi delle serie regolari di Superman e ha poi ripercussioni anche su molti altri personaggi dell'universo ''DC''. Tra questi bisogna menzionare i membri della ''Superman Family'', Batman, Wonder Woman (che assiste alla distruzione di ''Paradise Island'' e alla morte della madre Hyppolita), Aquaman (apparentemente deceduto), gli [[Young Heroes]] e Impulse<ref name=jd354/>. La storia ruota attorno ad una serie di battaglie in cui sono coinvolti potenti supercriminali quali il figlio di Mongul, Darkseid, Doomsday, Maxima e Lex Luthor<ref name=jd354/>. La storia, dal titolo profetico di ''Mondi in Guerra'', viene concepita e pubblicata nei mesi precedenti gli [[attentati dell'11 settembre 2001]]<ref name=jd354/>. Inoltre nell'albo conclusivo ''Adventures of Superman'' n. 596, distribuito il 12 settembre 2001, le torri gemelle di Metropolis (città specchio di New York nell'universo ''DC'') sono rappresentate molto danneggiate<ref name=jd354/>. La ''DC'' sostiene che si tratta solo di una coincidenza in quanto la storia è stata realizzata mesi prima<ref name=jd354/>.
* ''[[Crisi Infinita]]'': miniserie di 7 numeri, scritta da [[Geoff Johns]] (dicembre 2005 - giugno 2006)<ref name=jd186>{{cita | Julian Darius | pp.186-239}}.</ref>. Viene considerata un sequel di ''Crisi sulle Terre Infinite'' e reintroduce il Multiverso all'interno della continuity<ref name=jd186/>. Si tratta dell'universe-wide crossover più ambizioso mai realizzato in quanto riprende elementi narrativi dell'intera storia dell'universo fumettistico ''DC'' e viene strutturato con numerosi tie-in e miniserie o numeri speciali<ref name=jd186/>. La storia viene infatti preceduta da sei miniserie mensili che ne fanno da prologo e sono collettivamente denominate ''Countdown to Infinite Crisis''<ref name=jd186/>. Ha a sua volta generato numerose serie e miniserie, o cambiato il titolo ad alcune<ref name=jd186/>. Alla fine della saga si sposta di un anno in avanti la continuity delle storie narrate su tutti gli albi mensili (fase denominata ''One Year Later'')<ref name=jd186/>. Quanto poi accaduto in questo lasso di tempo viene raccontato in una serie settimanale denominata ''52'' e pubblicata tra il 10 maggio 2006 e il 2 maggio 2007<ref name=jd186/>. Il numero ''52'' sarà poi ripreso nel rilancio dell'intero Universo DC nel [[2011]] con il progetto [[The New 52]]<ref name=jd186/>.
2 934 322

contributi