Differenze tra le versioni di "Hidetoshi Nagasawa"

m (fixTmpl)
Nel corso della sua carriera pluriennale, Nagasawa ha preso parte a varie edizioni della [[Biennale di Venezia]] ([[1972]], [[1976]], [[1982]], [[1988]],ecc.) e, nel [[1992]], alla 9ª edizione di Documenta, la più importante esposizione di [[arte contemporanea]] a livello mondiale.
 
Nel [[1978]] ha fondato, insieme a [[Jole de Sanna]] e [[Luciano Fabro]], la [[Casa degli artisti]] a Milano. Tra le mostre antologiche più recenti figurano quella allestita presso il Padiglione d'Arte Contemporanea di Milano ([[1988]]), quella organizzata dalla Galleria Comunale di [[Bologna]] a Villa Delle Rose ([[1993]]), quella giapponese tenuta a [[Mito]] nello stesso anno, nel 1996 realizza [http://www.goricoll.it/index.php?file=opere&id_cell_opera=25 Iperuranio] per la Collezione Gori di Santomato a Pistoia, l'esposizione personale presso la Fondazione Mirò di [[Palma de Maiorca|Palma di Mallorca]] ([[1996]]) e quella organizzata presso l'Ex Cartiera Latina del [[Parco Regionale dell'Appia Antica]] a [[Roma]] ([[1997]]). Numerose sono anche le sue installazioni permanenti all'aperto (che, secondo il suo caratteristico modus operandi, vengono realizzate in situ, ideate in-e-per quel luogo, in un serrato dialogo tra ambiente e scultura, tra opera e spazio). Fra queste, nel [[1989]] realizza la ''Stanza di barca d'oro'', per la [[Fiumara d'arte]] di [[Tusa]] su commissione del mecenate [[Antonio Presti]] e, sempre su sua commissione, la camera d'arte del suo ''Atelier sul mare''<ref>[http://www.ateliersulmare.it/. Atelier Sul Mare - Atelier Sul Mare<!-- Titolo generato automaticamente -->]</ref> intitolata ''Mistero per la luna'' nel [[1991]].
 
Ha insegnato scultura alla NABA [[Nuova Accademia di Belle Arti]] di [[Milano]].
Utente anonimo