Differenze tra le versioni di "Volsci"

40 byte aggiunti ,  1 anno fa
migliorato l'uso di concetti di geografia e toponomi, si veda pagina discussione.
(→‎Origine: I Latini si insediano sui colli albani e nell'agro pontino, non nella valle del tevere. la parte sugli umbri villanoviani è arbitraria da moltissimi punti di vista, si veda cosa vado a scrivere in pagina di discussione. Gli Aurunci ed Ausoni non arrivano da una "imprecisata zona dell'appennino centrale": se la provenienza è dibattuta, è inessenziale formulare l'intera frase. Scorretto che vadano a popolare la linea di confine tra le attuali province di Latina e Frosinone)
(migliorato l'uso di concetti di geografia e toponomi, si veda pagina discussione.)
== Il territorio ==
{{F|storia antica|novembre 2018}}
Nell'Italia del VII secolo a.C. esistevano due popolazioni culturalmente molto avanzate: gli Etruschi ([[Italia centrale]]) e i [[Greci]] ([[Italia meridionale]]). I numerosi popoli di lingua indoeuropea si insediarono a macchia d’olio nei territori che per vari motivi non erano direttamente occupati da queste due nazioni, anche se facevano comunque parte delle loro rispettive [[Sfera di influenza|zone di influenza]]. I Volsci in particolare si insediarono soprattutto nel basso[[Latium Vetus]] ai confini col [[Latium adiectum]], quindi a sud est dei LazioLatini: in un primo periodo nella Valle del Liri e nella [[Valle del Sacco]] (l’attualeper provinciapoi diespandersi Frosinone)a persud poiverso dilagare[[Cassino]] finoe alad Tirrenoovest innella quellavalle chedell'Amaseno, diventerànell'[[agro lapontino]] provinciae disulle Latinapropaggini emeridionali occuparedei anchecolli unaalbani, partefino dell’attualealle attuali [[CittàVelletri]] metropolitanaed di Roma Capitale[[Anzio]].
 
Le valli del Sacco e del Liri giocarono, e giocano ancora oggi, un ruolo strategico anche nel sistema dei collegamenti. Le loro caratteristiche geomorfologiche e climatiche paragonate a quelle delle aree circostanti le rendono “preziose vie di transito” l'Abruzzo presenta impervi rilievi orografici e la Pianura Pontina, sino all'età contemporanea era spesso e in larga parte impraticabile a causa delle paludi e/o delle ripetute e ampie alluvioni.
1 053

contributi