Differenze tra le versioni di "Toro di Falaride"

Nessun cambiamento nella dimensione ,  1 anno fa
→‎Cronache cristiane: Correzioni per termine improprio.
(→‎Cronache cristiane: Correzioni per termine improprio.)
Etichette: Modifica da mobile Modifica da web per mobile Modifica da mobile avanzata
Più di recente lo scrittore [[Gesualdo Bufalino]], nel suo romanzo ''Argo il cieco'', descrive con queste parole l'estate del 1951 a Modica, in Sicilia: "Sotto il sole il paese parve infocarsi come il toro di Falaride, ce ne volevano di granite per impietosire l'estate...".
 
== LeggendeCronache cristiane ==
Narrano le cronache che i romani avrebbero usato questo strumento di tortura per uccidere alcuni [[martire|martiri]] [[Cristianesimo|cristiani]], in particolare [[Eustachio (martire)|Sant'Eustachio]] e [[Sant'Antipa]], [[vescovo]] di [[Pergamo]]. Anche [[Santa Pelagia di Tarso]] si narra sia stata fatta seppellire in un toro di Falaride nel [[287]] dall'imperatore [[Diocleziano]].
 
9 504

contributi