Differenze tra le versioni di "Peleo"

3 byte rimossi ,  6 mesi fa
m
Annullate le modifiche di 146.241.26.128 (discussione), riportata alla versione precedente di Shivanarayana
m (Annullate le modifiche di 146.241.26.128 (discussione), riportata alla versione precedente di Shivanarayana)
Etichetta: Rollback
 
===Esilio===
Telamone si rifugiò a [[Salamina (isola)|Salamina]] e Peleo riparò presso [[Attore (figlio di Mirmidone)|EttoreAttore]], re di [[Ftia]], il cui figlio, Euritione, lo purificò dall'empio fratricidio. In seguito sposò [[Antigone (figlia di Euritione)|Antigone]], figlia del re.
 
almenteDurante la caccia al [[cinghiale calidonio]], Peleo colpì accidentalmente Euritione uccidendolo. Costretto nuovamente a fuggire arrivò a [[Iolco]] e si rifugiò presso il re [[Acasto]]. Qui la regina [[Astidamia (figlia di Creteo)|Astidamia]] si innamorò di Peleo, che però la respinse. Per vendicarsi la donna lo accusò di averla sedotta. Acasto allora lo invitò a caccia presso il [[monte Pelio]], frequentato dai [[centauri]], e, mentre Peleo dormiva, gli sottrasse la spada. Una volta svegliatosi, Peleo si ritrovò disarmato di fronte ai mostri, ma grazie all'intervento di [[Ermes]] inviato da Zeus (o di [[Chirone]] secondo altre versioni), il quale gli consegnò una spada con poteri divini<ref name="Plutarco" /><ref>[[Aristofane]], ''[[Le nuvole (Aristofane)|Le Nuvole]]'', 1063-1067.</ref>, riuscì a fuggire. Tornato in città, si vendicò assassinando Acasto e la moglie.
Durante la caccia al [[cinghiale calidonio]], Peleo colpì accident
 
almente Euritione uccidendolo. Costretto nuovamente a fuggire arrivò a [[Iolco]] e si rifugiò presso il re [[Acasto]]. Qui la regina [[Astidamia (figlia di Creteo)|Astidamia]] si innamorò di Peleo, che però la respinse. Per vendicarsi la donna lo accusò di averla sedotta. Acasto allora lo invitò a caccia presso il [[monte Pelio]], frequentato dai [[centauri]], e, mentre Peleo dormiva, gli sottrasse la spada. Una volta svegliatosi, Peleo si ritrovò disarmato di fronte ai mostri, ma grazie all'intervento di [[Ermes]] inviato da Zeus (o di [[Chirone]] secondo altre versioni), il quale gli consegnò una spada con poteri divini<ref name="Plutarco" /><ref>[[Aristofane]], ''[[Le nuvole (Aristofane)|Le Nuvole]]'', 1063-1067.</ref>, riuscì a fuggire. Tornato in città, si vendicò assassinando Acasto e la moglie.
 
===Nozze con Teti===
88 643

contributi