Differenze tra le versioni di "Mario Giordano"

Diplomatosi al Liceo Classico Giovanni Plana di [[Alessandria]], si è in seguito laureato in [[Scienze politiche]] presso l'[[Università degli Studi di Torino]], la sua carriera inizia a ''[[Il nostro tempo]]''<ref>{{cita web|url=http://www.mediaset.it/quimediaset/rubriche/rubrica_139.shtml|titolo=Scheda biografica <!--creato automaticamente, da ricontrollare manualmente -->|lingua= |data= |accesso=|}}</ref>, settimanale cattolico di [[Torino]], per proseguire, nel [[1994]], a ''[[L'Informazione (quotidiano)|L'Informazione]]'' e, nel [[1996]], al quotidiano ''[[Il Giornale]]''<ref>{{Cita web |url = http://www.treccani.it/enciclopedia/mario-giordano/ |titolo = Giordano, Mario |editore = [[Enciclopedia Treccani#Versione online|Treccani (versione on line)]] |accesso = 24 aprile 2018 |urlarchivio = https://web.archive.org/web/20180424203833/http://www.treccani.it/enciclopedia/mario-giordano/ |dataarchivio = 24 aprile 2018 |urlmorto = no }}</ref><ref>{{Cita web |url = https://www.vanityfair.it/show/libri/2011/05/31/libro-mario-giordano |titolo = Mario Giordano, 44 anni |autore = Silvia Bombino |editore = [[Vanity Fair (rivista italiana)|Vanity Fair]] |data = 31 maggio 2011 |accesso = 24 aprile 2018 |urlarchivio = https://web.archive.org/web/20110905111730/https://www.vanityfair.it/show/libri/2011/05/31/libro-mario-giordano |dataarchivio = 5 settembre 2011 |urlmorto = no }}</ref> diretto da [[Vittorio Feltri]]<ref>{{Cita web |url = http://www.melba.it/csf/articolo.asp?articolo=153 |titolo = Mario Giordano - Corsera Magazine |editore = PAROLE E PENSIERI - Tutte o quasi le interviste realizzate in 38 anni da Claudio Sabelli Fioretti |data = 10 giugno 2004 |accesso = 24 aprile 2018 |urlarchivio = https://web.archive.org/web/20071102201517/http://www.melba.it/csf/articolo.asp?articolo=153 |dataarchivio = 2 novembre 2007 |urlmorto = si }}</ref>. Dopo varie apparizioni al ''[[Maurizio Costanzo Show]]'' in qualità di ospite, il debutto in televisione avviene in [[Rai]] nel [[1997]] con ''[[Pinocchio (programma televisivo)|Pinocchio]],'' la trasmissione di [[Gad Lerner]], dove veste i panni del Grillo Parlante.
 
Dopo la conduzione di ''[[Dalle venti20 alle venti20]]'', su [[Rai 3]], torna a lavorare con Lerner alla seconda edizione di ''Pinocchio'' in cui, armato di bicicletta, presenta cifre e scandali sui temi casuali d'attualità. Nell'inverno [[1999]]-[[2000]] ha una breve parentesi al [[TG1]] con il direttore [[Gad Lerner]], il quale lascerà con le dimissioni del direttore. Il 4 aprile [[2000]] diventa il nuovo direttore di [[Studio Aperto]] (al posto di [[Paolo Liguori]]), spazio televisivo a cui farà acquisire una certa notorietà, riservando un ampio spazio alla cronaca rosa. A partire dal [[2003]] dirige altre due trasmissioni televisive su [[Italia 1]]: ''[[Lucignolo (programma televisivo)|Lucignolo]]'' e ''[[L'alieno (programma televisivo)|L'alieno]]'' (di quest'ultimo programma è anche conduttore).
 
Il 10 ottobre [[2007]] da Studio Aperto passa a dirigere ''[[Il Giornale]]'' con cui già collaborava come editorialista, sostituendo [[Maurizio Belpietro]] che passa alla guida del settimanale ''[[Panorama (rivista)|Panorama]]''. L'insediamento nel quotidiano di via Negri avviene l'11 ottobre 2007. È coinvolto in un caso politico per una nota di redazione "Lambertow premiato dai giapponesi"<ref>[http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=347623] "Lambertow premiato dai giapponesi", nota di redazione su ''[[Il Giornale]]''"</ref>, apparsa su ''Il Giornale'' del 30 aprile [[2009]], in cui ci si riferisce al popolo giapponese come "musi gialli" suscitando una richiesta di scuse ufficiali da parte di Shinsuke Shimizu, ministro e vice capo missione giapponese<ref>[http://www.it.emb-japan.go.jp/italiano/comunicati%20stampa/Dini1.htm] richiesta di scuse ufficiali apparsa sul sito dell'ambasciata del Giappone in Italia</ref>.
Utente anonimo