Differenze tra le versioni di "Istituto tecnico"

m
Bot: rimuovo template {{Collegamenti esterni}} rimasto vuoto dopo la rimozione della property P508
m (Bot: rimuovo template {{Collegamenti esterni}} rimasto vuoto dopo la rimozione della property P508)
 
== Storia ==
La prima traccia ufficiale si ha nella [[legge]] 14 luglio 1912, n. 854, art. 3, dove si parlava però di scuole di 3/a grado di carattere industriale: {{citazione|Ai licenziati delle rr. scuole di 3/a grado di carattere industriale è rilasciato il diploma di perito industriale; a quelli delle rr. scuole commerciali di 3/a grado il diploma di perito commerciale.<br />La licenza delle rr. scuole industriali o commerciali di 3/a grado è, rispettivamente, titolo per la iscrizione all'albo dei periti tecnici ed in quello dei periti commerciali compilato dai tribunali.}}
 
Formalmente vennero istituiti come istituti tecnici regi disciplinati con il regio decreto n.1054 del 6 maggio 1923. Comunque anche prima del regio decreto in Italia il primo istituto tecnico di cui si ha notizia storica certa è l'[[Istituto Tecnico Industriale Statale|istituto tecnico industriale statale]] G e M. Montani di [[Fermo]], fondato nel 1854. Seguiva poi il sito industriale di [[Terni]], in cui nel 1860 veniva fondato il regio istituto tecnico industriale. La prima sperimentazione di istituto tecnico commerciale insieme alla sperimentazione di istituto informatico nacque nell'[[istituto tecnico commerciale]] Vincenzo Arangio Ruiz di [[Roma]], fondato nel 1973.
!Ordinamento previgente la riforma Gelmini
|-
!rowspan="4"|Istituto tecnico,<br />settore economico
|rowspan="3"|Amministrazione, finanza e marketing
|Istituto tecnico commerciale
 
==Collegamenti esterni==
 
* {{Collegamenti esterni}}
* {{cita web|http://archivio.pubblica.istruzione.it/riforma_superiori/nuovesuperiori/doc/ALL_B_C_Tecnici_4_02_10.pdf|Quadri orari dei vari indirizzi}}
 
2 812 729

contributi