Peltasta: differenze tra le versioni

1 byte aggiunto ,  2 anni fa
→‎Funzioni: Corretta grammatica
(→‎Funzioni: Corretto errore di battitura)
Etichette: Modifica da mobile Modifica da applicazione mobile Modifica da applicazione Android
(→‎Funzioni: Corretta grammatica)
Etichette: Modifica da mobile Modifica da applicazione mobile Modifica da applicazione Android
Le unità di peltasti in genere venivano costituite con elementi autoctoni; a Sparta venivano addestrati gli [[Iloti]], ad Atene le classi più umili.
 
Per lungo tempo, come i ''[[toxotes|toxotaitoxota]]'', furono scartati dagli [[strateghi]] greci che li preferivano solo per inseguimenti o agguati ma quasi mai in battaglia.
 
Erano principalmente mercenari e quindi spesso cambiavano schieramento per motivi economici, fu anche per questo che vennero scartati molto a lungo, erano troppo inaffidabili.
 
Durante le battaglie si muovevano in piccole truppe per soccorrere le [[falange (militare)|falangi]] di [[opliti]] in difficoltà. La loro strategia era quella dell'"attacco e fuga", cioè non essendo in grado di affrontare uno scontro frontale con una serrata formazione di [[opliti]] tendevano a colpire di sorpresa lateralmente le falangi nemiche per poi ripiegare velocemente dietro le linee alleate. Avevano due grandi vantaggi rispetto alla fanteria classica greca: erano veloci e potevano creare un gran numero di feriti in poco tempo, senza essere necessariamente coinvolti in uno scontro corpo a corpo,. tuttaviaTuttavia erano molto esposti alle frecce provenienti dai ''toxotestoxotai'' nemici e non potevano competere neanche per pochissimo tempo contro un disciplinato schieramento di fanteria pesante, ben protetta, che vantava anni di addestramento.
 
== Riforma ==
695

contributi