Differenze tra le versioni di "Leandro Sorio"

m (Fix tmpl)
Nasce a [[Brescia]] il 30 marzo [[1899]] da Luigi e Tassi Maria, di professione cameriere, e stando alle fonti di Polizia, Sorio non svolge attività [[politica]] nel periodo della sua residenza a Brescia.
 
Il trasferimento a [[Roma]] nel [[1920]] favorisce un avvicinamento ai gruppi libertari. Nella capitale Sorio è coinvolto nelle indagini riguardanti l'[[Attentati a Benito Mussolini|attentato subito da [[Benito Mussolini]] l'11 settembre [[1926]] ad opera dell'[[anarchico]] [[Gino Lucetti]]. Sorio è accusato di avere ospitato Lucetti nella propria stanza dell'albergo ''Trento e Trieste'' dove lavorava<ref>[http://books.google.it/books?id=VkQcAAAAMAAJ&q=%22Leandro+Sorio%22&dq=%22Leandro+Sorio%22&hl=it&sa=X&ei=8XaxU6XqFaO10wX8tIHgDQ&ved=0CCsQ6AEwBg Franco Fucci, 1985]; [http://books.google.it/books?id=WLHaAAAAMAAJ&q=%22Leandro+Sorio%22&dq=%22Leandro+Sorio%22&hl=it&sa=X&ei=8XaxU6XqFaO10wX8tIHgDQ&ved=0CC8Q6AEwBw Lorenzo Del Boca, 2000]</ref>.
 
Nel giugno 1927, al termine del [[processo (diritto)|processo]] nel quale si dichiara innocente, viene [[condannato]] a 20 anni di [[reclusione]]<ref>[http://books.google.it/books?id=nV-1s3JhD3wC&pg=PT59&dq=%22Leandro+Sorio%22&hl=it&sa=X&ei=DXmxU-yEOoH50gWkloHACg&ved=0CBcQ6AEwAA#v=onepage&q=%22Leandro%20Sorio%22&f=false Enrico Piscitelli, 2011]; [http://books.google.it/books?id=_H6cAAAAMAAJ&q=%22Leandro+Sorio%22&dq=%22Leandro+Sorio%22&hl=it&sa=X&ei=8XaxU6XqFaO10wX8tIHgDQ&ved=0CDgQ6AEwCQ Giuseppe Galzerano, 2006]</ref>, scontati in varie prigioni dello Stato. Nel 1937 viene amnistiato, ma riarrestato una settimana dopo l'uscita dal carcere.
Utente anonimo