Differenze tra le versioni di "Lemony Snicket"

nessun oggetto della modifica
(V.F)
Etichette: Modifica da mobile Modifica da web per mobile Modifica visuale
Etichette: Modifica da mobile Modifica da web per mobile Modifica visuale
== Biografia del personaggio ==
=== Vita ===
Come gli [[fratelli Baudelaire|orfani Baudelaire]], Snicket viene da una famiglia con tre bambini. Suo fratello, [[Jacques Snicket]], e sua sorella, [[Kit Snicket]], erano anche membri di [[V.F.]], ovvro i volontari del fuoco, e amici dei [[genitori Baudelaire|genitori dei Baudelaire]]. In gioventù ha conosciuto il [[Conte Olaf]], avendo frequentato la sua stessa scuola, e si è unito al collegio di V.F. con diversi altri personaggi della serie. Ricevette delle lezioni private nella sede di V.F. sui [[Monte Manomorta|Monti Manomorta]], e dopo essersi diplomato fu assunto dal ''[[Daily Punctilio]]'' come critico teatrale e per i necrologi. Più avanti, dopo averla incontrata a scuola, ebbe una sfortunata storia d'amore con un'attrice, membro di V.F., [[Beatrice Baudelaire|Beatrice]], la madre di Violet, Klaus e Sunny. Lemony e Beatrice dovevano sposarsi, ma Beatrice ruppe il fidanzamento per motivi non chiari (nella serie si insinua che lei credeva che Lemony fosse il responsabile di diversi crimini commissionati dal Conte Olaf) e ridiede l'anello a Lemony, spiegandogli perché non si potevano sposare. Quindi si sposò con un altro uomo, [[Bertrand Baudelaire|Bertrand]], e infine morirono, diversi anni dopo, nell'incendio che distrusse casa Baudelaire. Snicket allude frequentemente a Beatrice, nei libri, e le dedica ogni volume di ''Una serie di sfortunati eventi''.
 
I Baudelaire pensavano che Snicket fosse stato ucciso, visto che nel libro di [[Olaflandia]], seguendo la tradizione del dare i nomi di morti ai figli, scrivono che avrebbero dato il suo nome a Violet, nel caso in cui fosse stata un maschio. Comunque, visto che il secondogenito, Klaus, non è stato chiamato Lemony, si presume che i Baudelaire avessero scoperto che Lemony era vivo (visto anche un telegramma mandato da Lemony, presente in ''The Beatrice Letters'').
Utente anonimo